Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Piano Salaria: sopralluogo di FS e Anas sui cantieri in corso e sulle opere completate in provincia di Rieti

(come riportato da ANAS)

Interventi di potenziamento e riqualificazione per oltre 460 milioni di euro

Continua l’impegno di Anas (Gruppo FS Italiane) nel potenziare la propria rete stradale e la mobilità regionale. 

Sabato scorso gli amministratori delegati di FS Gianfranco Battisti e di Anas Massimo Simonini e l’assessore regionale ai lavori pubblici e mobilità Mauro Alessandri, si sono recati sui cantieri in provincia di Rieti dove sono in corso i nuovi lavori per il “Piano Salaria”. 

Gli investimenti previsti nel Lazio ammontano a 463 milioni euro di cui 444 per interventi di potenziamento e riqualificazione mentre ulteriori 19 sono stati indirizzati per il progetto Smart Road. Il piano Salaria riguarda anche la regione Marche per un investimento di circa 369 milioni di euro, mentre il costo complessivo degli interventi nelle due regioni ammonta ad oltre 831 milioni di euro per nuove opere e manutenzione programmata. 

“Il Gruppo FS accelera gli investimenti nel Lazio con un piano da 18 miliardi di euro su infrastrutture stradali, ferroviarie, stazioni e treni” – ha commentato Gianfranco Battisti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di FS Italiane. – “Anas ha investimenti complessivi in nuove opere per un valore di quasi 2 miliardi di euro e interventi di manutenzione programmata per oltre 820 milioni euro. I lavori per il completamento del “Piano Salaria” testimoniano il nostro impegno per lo sviluppo sostenibile delle Infrastrutture strategiche a servizio del Paese e assumono ancora più importanza per il futuro con i benefici dell’innovazione tecnologica della Smart Road”. 

 “L’impegno di Anas sul territorio è massimo e costante – ha dichiarato l’Ad di Anas Massimo Simonini – i lavori in corso per il piano Salaria sono determinanti e finalizzati a potenziare il collegamento con l’area del cratere sismico e con tutto il centro Italia, innalzando i livelli di sicurezza e di comfort per l’utenza in transito e riducendo i tempi di percorrenza grazie all’eliminazione di incroci a raso e l’ampliamento della sede stradale e per agevolare i flussi di traffico negli snodi ad alto utilizzo. E’ un piano di riqualificazione strategico e sostenibile perché guarda al futuro grazie alle nuove tecnologie della Smart Road che consentiranno di collocare questa importante arteria nelle cosiddette strade intelligenti”. 

Il piano di potenziamento è stato suddiviso in due fasi: 

La prima fase riguarda gli interventi immediati, ossia l’adeguamento e messa in sicurezza dell’arteria, nella sua configurazione attuale attraverso interventi di manutenzione programmati atti a risolvere situazioni locali (come le intersezioni a raso) e per migliorare gli standard manutentivi delle opere stradali esistenti (opere d’arte, gallerie, impianti tecnologici). 

Sono previste inoltre opere che, pur risolvendo situazioni puntuali, sono propedeutiche al potenziamento della successiva fase 2 (corsie di arrampicamento). 

La seconda fase riguarda invece gli interventi di potenziamento dell’arteria con lavori di nuova costruzione che riguardano il raddoppio dell’arteria, da due a quattro corsie per senso di marcia. Attraverso questi lavori verranno innalzati i livelli di servizio ottimali riducendo notevolmente i tempi di percorrenza. 

 Nel dettaglio gli interventi previsti sulla SS4 Salaria si suddividono in due sezioni: 

•        la prima parte dall’innesto con il Grande Raccordo Anulare (km 12,100) fino a Passo Corese in provincia di Rieti (km 36,00); 

•        la seconda collega Passo Corese (km 36,00) passando per Rieti (km 71,800) fino al confine regionale al km 144,958. 

 All’interno del primo tratto sono state progettate e eseguite opere di messa in sicurezza per 20 milioni euro e interventi di nuove opere per 97 milioni di euro. 

Tra i principali interventi di questa sezione troviamo la variante dell’abitato di Monterotondo scalo (Rm) con un investimento complessivo di 97 milioni di euro. 

In particolare il primo stralcio funzionale, attualmente cantierizzato, permette di collegare la rotatoria su via Righi alla strada comunale di Via del Semblera in direzione Sud. Questo intervento permette di decongestionare dal traffico una parte dell’attuale Salaria che allo stato attuale viaggia attraverso l’abitato di Monterotondo Scalo. Il completamento della nuova variante sarà garantito dal secondo Stralcio, allo stato attuale in progettazione, che collegherà la nuova bretella alla SS4 Salaria in prossimità di via di Vallericca. 

 Nella seconda sezione per le opere di adeguamento e messa in sicurezza sono stati investiti 118,34 milioni euro di cui 71,5 nel tratto Passo Corese – Rieti e 46,9 nel tratto che da Rieti porta fino al confine con la Regione Marche, tra i lavori rientra anche l’eliminazione dell’incrocio semaforizzato con la realizzazione della rotatoria di Passo Corese e la rotatoria di Montelibretti. 

Per le nuove opere sono stati investiti 218,8 milioni di euro dove rientrano gli interventi di allargamento della sede stradale da due a quattro corsie nel tratto tra Ponte Buida e la galleria Colle Giardino, il potenziamento degli svincoli di Rieti e l’adeguamento del tratto tra il bivio di Micigliano e la galleria Gole del Velino, quest’ultimo in fase di completamento. 

L’intervento per l’eliminazione dell’incrocio semaforizzato di Passo Corese è in fase di completamento ed ha richiesto un investimento complessivo di 3,2 milioni di euro, attraverso questo lavoro sarà possibile migliorare l’assetto complessivo della viabilità lungo la SS 4 Salaria, in prossimità della frazione di Passo Corese. 

Il fine è quello di garantire un adeguato livello di servizio e consentire un netto miglioramento del deflusso veicolare sia a carico del traffico locale che per i flussi di lunga percorrenza. 

A breve verranno consegnati i lavori per la sistemazione dell’incrocio a raso della strada comunale per Montelibretti con la SS 4 Salaria tra i Km 37,000 e 39,000 in località Borgo S. Maria nei Comuni di Montelibretti e Fara in Sabina, investimento complessivo di 2,4 milioni di euro. 

Attraverso questo intervento la SS4 Salaria verrà ridisegnata sulla piattaforma attuale, eliminando le attuali criticità per il traffico dovute alle svolte, previste nella vecchia configurazione consentendo di sfruttare parte della superficie pavimentata per la realizzazione di una strada ad uso agricolo-residenziale parallela alla via Salaria, che andrà ad intercettare tutti gli accessi privati la cui immissione sulla Salaria a causa delle condizioni plano-altimetriche non garantiscono gli adeguati standard di sicurezza che contraddistinguono le statali in gestione Anas. 

Nel corso del mese di aprile verranno consegnati i lavori per la realizzazione della corsia di sorpasso tra il km 47,500 ed il km 49,133 che garantiranno il miglioramento della sicurezza stradale. 

Il progetto prevede la realizzazione in 3 tratti di corsie supplementari di sorpasso per i veicoli lenti compresi rispettivamente tra il Km 43,000 ed il Km 49,000 tra Borgo Quinzio e Osteria Nuova, per consentire il sorpasso ad entrambe le correnti veicolari. 

Anas a novembre 2020 ha aperto al traffico una parte del nuovo tratto di circa 4 chilometri della strada statale 4 Salaria, compreso tra il bivio di Micigliano (km 101,100) e la galleria Gole del Velino (km 104,800), nel territorio del comune di Micigliano e del comune di Posta (Rieti). 

Le opere principali sono consistite nella realizzazione di 2 gallerie naturali, la San Quirico (lunghezza 990 m) e la Sant‘Angelo (lunghezza 240 m), a cui si affiancano interventi di messa in sicurezza dei versanti, muri di sottoscarpa, terre rinforzate) e opere in cemento armato di attraversamento del corpo stradale. 

L’importo complessivo dell’investimento è stato pari a 49 milioni di euro.