Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

MITE, Transizione Ecologica, Cingolani traccia il programma dei prossimi mesi

I progetti del Recovery plan dovranno essere avviati entro il mese di settembre. La nuova struttura del Mite ha grandi impegni internazionali, a tracciare il precorso sarà il ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani.

Il Ministro conferma che per la fine di maggio inizierà anche il lavoro del Comitato interministeriale per la transizione ecologica, i cui lavori sono preliminari per la redazione del piano strategico del Mite e dell’approvazione della sua nuova struttura che dovrà essere presentata a fine giugno.

Il Mite con il Pnrr, dovrà spendere circa 16 miliardi l’anno, con modalità grandi progetti: stiamo passando da una grossa Pmi a una multinazionale quotata. Spendere 40 milioni al giorno – sottolinea Cingolani – richiede uno sforzo enorme.

Stiamo facendo la lista delle priorità. Le stazioni appaltanti: il Mite si avvale ora di un corposo gruppo di istituzioni, cinque, dobbiamo ottimizzare il cronoprogramma dei lavori e dei bandi. Dovremo aggiornarci, dobbiamo capire le priorità coordinandoci con gli altri ministeri, nelle prossime due settimane avremo una lista chiara delle priorità.