Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Alla guida con le infradito, a vostro rischio e pericolo

Sul Codice della Strada non è presente un espresso divieto

(come riportato da Carlo Argeni per Le Strade dell’Informazione)

Questione annosa, quella della guida con sandali e infradito. Che si ripropone a ogni estate, per ovvi motivi. Non pochi automobilisti, ma anche centauri, si chiedono se sia possibile guidare il proprio mezzo con queste calzature.

Precisiamo subito nel passato era vietato ma, dal 1993, non è più così. E’ bene rammentare, però, che l’articolo 140 del Codice della Strada prevede che tutti “… gli utenti devono comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione”. Richiama a prestare la massima attenzione a tutto quello che accade sulla strada e a considerare pure le eventuali infrazioni e i comportamenti imprudenti degli altri. Nel limite, ovviamente, della prevedibilità. 

L’articolo seguente, il 141, al comma 2 puntualizza che “Il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l’arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile”. L’articolo 169, comma 1, precisa che il conducente deve “avere la più ampialibertà di movimento per effettuare le manovre necessarie per la guida”.  

Chi viaggia sulle due ruote deve, stando all’articolo 170, comma 1, “…avere libero uso delle braccia, delle mani e delle gambe, deve stare seduto in posizione corretta e deve reggere il manubrio con ambedue le mani, ovvero con una mano in caso di necessità per le opportune manovre o segnalazioni. Non deve procedere sollevando la ruota anteriore”.

 Un bel combinato disposto di articoli che merita attenzione, anche perché sono finalizzati a garantire la nostra e altrui sicurezza. E’ utile sapere, inoltre, che in caso di incidente, accertata (e, quindi, verbalizzata) la guida con ciabatte, sandali et similia, l’assicurazione potrebbe non farsi carico del risarcimento e/o liquidarlo in percentuale minore.

Molto meglio, riteniamo, optare per un bel paio di comode scarpe. Magari, le infradito le mettiamo non appena scesi dalla macchina o dalla moto. Perché un pizzico di buonsenso in più non guasta mai.