Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Guida autonoma, Stellantis testa lʼ’affidabilità dei suoi veicoli

(come riportato da TGCOM24)

Una flotta di 16 veicoli Stellantis dotate di sistemi di guida assistita L3Pilot è andata da Parigi ad Amburgo

Guida autonoma, Livello 3. Si è partiti da zero e mancano due step per arrivare al Level 5 finale, quello per intenderci che vedrà le auto fare tutto da sole, guidando al posto nostro in assoluta sicurezza, grazie a radar e sensori sofisticatissimi. Ma nel frattempo siamo al Level 3 e Stellantis è con due piedi nella partita, anzi ha deciso di condividere i risultati del suo progetto.

Una flotta di 16 veicoli Stellantis dotate di sistemi di guida assistita L3Pilot è andata da Parigi ad Amburgo, via Strasburgo, dimostrando il suo livello di affidabilità. Quasi 1.200 chilometri per portare il suo progetto di guida automatizzata nella capitale anseatica, dove dallʼ11 al 15 ottobre si è svolto l’ITS World Congress sulla smart mobility.

Co-finanziato dall’Unione Europea, il progetto Hi-Drive coinvolge 34 partner tra aziende, anche dellʼindotto, istituti di ricerca, autorità stradali, per affrontare da qui al 2025 le sfide chiave per l’impiego diffuso di questi equipaggiamenti a bordo delle automobili.

Un test di guida decisamente probante, i cui risultati sono stati messi a disposizione di tutti. Del resto con gli altri partner sono ben 70 le auto partecipanti al progetto dotate di funzioni di guida automatizzata Level 3, che hanno coinvolto 14 siti pilota in 7 Paesi e 750 guidatori professionisti, per una percorrenza di 400.000 km percorsi sulle autostrade europee e 24.000 km in contesti urbani. Nelle auto del livello 3 il guidatore non deve monitorare costantemente la situazione di guida, ma può chiaramente riprendere il controllo quando il sistema lo richiede (o quando vuole).

Lʼobiettivo è rendere questi veicoli sicuri ed efficienti, valutandoli in condizioni di traffico reali. La fase pilota ha affrontato un’ampia fattispecie di situazioni di guida, tra cui il parcheggio, il sorpasso in autostrada, l’attraversamento di incroci urbani.

Il livello 3 include manovre come la guida ad alta velocità, cambio corsia e sorpasso automatico; la guida a bassa velocità su strade congestionate; i parcheggi in parallelo e a pettine; la memoria del percorso in caso di itinerari ripetitivi. Il feedback fra tutti i partner aiuterà a definire i requisiti di sistema necessari e un codice di buone pratiche.