Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Connecting Europe Express a Roma, Giovannini: “Primi in Europa per investimenti ferroviari”

(come riportato su Le Strade dell’Informazione)

Prosegue l’iniziativa promossa da Comunità europea e Comunità delle ferrovie europee per rilanciare l’importanza del treno come mezzo sostenibile e sicuro.

Un treno per connettere l’Europa e collegare persone, Paesi e imprese con il mezzo di trasporto sostenibile, sicuro ed economico per eccellenza.

È arrivato a Roma Connecting Europe Express, il convoglio europeo partito da Lisbona lo scorso 2 settembre nell’ambito dell’Anno Europeo delle ferrovie 2021 che concluderà il suo viaggio a Parigi il 7 ottobre dopo aver attraversato 26 Paesi e oltre 100 città.

Ad accoglierlo nella stazione di Roma Ostiense, come riportato da numerosi organi di informazione, Enrico Giovannini, Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Fabio Massimo Castaldo, Vice Presidente Parlamento Europeo, Pat Cox, EU-Coordinator Scandinavian-Mediterranean Corridor, Commissione Europea, Antonio Tajani, Presidente Conferenza dei Presidenti di Commissione Parlamento Europeo, Nicola Zingaretti, Presidente Regione Lazio, Luigi Ferraris, Amministratore Delegato Ferrovie dello Stato Italiane. 

Oltre 20 mila i chilometri che percorrerà Connecting Europe Express in cinque settimane di spostamenti, attraverso 33 valichi di frontiera. Un viaggio che testimonia l’importanza di un mercato unico ferroviario senza più barriere, sostenibile e in grado di ridurre le distanze.

L’iniziativa ha l’obiettivo di unire simbolicamente tutti i Paesi toccati dal Connecting Europe Express per sensibilizzare i cittadini sulle politiche infrastrutturali e della mobilità dell’UE, attraverso incontri ed eventi a bordo treno e nelle stazioni.

Tante le tappe italiane: da Torino Porta Nuova, da dove il treno è ripartito lunedì 6 settembre, a Milano Centrale, Genova Piazza Principe fino a Roma Ostiense. Il treno risalirà poi verso le Alpi fermandosi a Vaiano, vicino Prato, Nogara, nel veronese, Verona Porta Nuova e Bolzano. Giovedì 9 la tappa al Brennero, la stazione più settentrionale d’Italia.

L’iniziativa è nata dalla collaborazione fra la Commissione europea, la Comunità delle ferrovie europee (CER), operatori ferroviari europei, gestori dell’infrastruttura e numerosi altri partner a livello locale e dell’UE.

Connecting Europe Express utilizza tre convogli diversi. Le carrozze del treno arrivato a Roma Ostiense, trainato da Trenitalia (società del Gruppo FS Italiane), sono state fornite da sei compagnie ferroviarie europee: Trenitalia, MAV (Ungheria), SNCF (Francia), DB (Germania), SBB (Svizzera) e ÖBB (Austria). 

Nel corso dell’evento di stamane a Roma il Ministro Giovannini ha dichiarato che “L’Italia è primo Paese europeo per investimenti nel sistema ferroviario, non solo per le risorse del Pnrr ma anche grazie ai fondi nazionali. Mobility as a service vuol dire che quando viaggio ho bisogno di alcuni servizi, tra cui la connettività.

Per questo ieri ci siamo incontrati con il ministro dell’Innovazione, Vittorio Colao e la sottosegretaria allo Sviluppo economico, Anna Ascani, per immaginare un salto di qualità e offrire ai viaggiatori una connessione forte e sicura. Si tratta di un salto tecnologico che muta il concetto di servizio integrandolo con altre necessita'”.

Rispondendo ai giornalisti il titolare del MIMS ha poi dichiarato che “Il green pass sui treni a lunga percorrenza sta funzionando”, precisando che “Con le Ferrovie dello Stato abbiamo un report giornaliero e solo alcune decine di persone sono state trovate sprovviste. Vorrei ringraziare le Ferrovie dello Stato per il sistema di controlli che è entrato in vigore il primo settembre per cui “ogni giorno sulle banchine” vengono fatti i controlli del green pass per chi parte sui treni a lunga percorrenza”.

“Un sistema, ha sottolineato il Ministro, che molti ritenevano che non avrebbe funzionato, e che invece sta funzionando molto bene”

Leggi anche le dichiarazioni dell’Ad di FS Ferraris:

https://www.lestradedellinformazione.it/rubriche/i-protagonisti-delle-strade/connecting-europe-express-ferraris-fs-nuove-opportunita