Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Cantieri stradali a Roma pianificati da oltre un anno

A Roma nel 2021 l’assessorato alle infrastrutture del comune ha investito quasi 52 milioni di euro per 39 cantieri.

Le opere sono state pianificate per tempo, c’è un codice degli appalti da seguire: vanno fatti i bandi, poi bisogna ricevere le offerte, valutarle. Dietro gli ultimi interventi di manutenzione ci sono impegno e pianificazione.

I cantieri più importanti sono in via Tiburtina, all’altezza della metro Rebibbia, per sanare una situazione ferma dal 2010, tra imprese fallite e appalti commissariati. Oggi finalmente il manto è completato, compresa la segnaletica. È stato un intervento profondo, curando ogni dettaglio, anche il verde.

Radicale pure il cantiere di piazza Venezia, rimessa a nuovo. E si lavora ancora nella vicina area del capolinea Atac in prossimità del Campidoglio e in via del Teatro Marcello per riqualificarne il manto.

Poi c’è il ponte della Magliana, dove in primavera si è chiusa una manutenzione straordinaria che, con questa intensità, non avveniva da quarant’anni. E al momento si sta lavorando in via Palmiro Togliatti, a Talenti in via Renato Fucini, a Torrevecchia, in via Cassia, al viadotto dei Presidenti tra Bufalotta e Fidene. Inoltre va avanti il piano sampietrini che coinvolge diverse strade, da via Nazionale a via del Corso».

Le zone vengono selezionate e distinte per competenze: Roma ha 800 chilometri di strade a grande viabilità di pertinenza comunale e 4.700 chilometri gestiti dai Municipi, verso i quali negli ultimi si sono raddoppiati i finanziamenti per i progetti di manutenzione stradale locali.

L’amministrazione ha perfezionato il sistema di monitoraggio e sorveglianza delle condizioni in cui versano le strade grazie a una piattaforma informatizzata, dotata di dispositivi di rilevazione sofisticati e in grado di riferire in tempo reale le urgenze strada per strada. In questo modo si sono programmati gli interventi in base alla gravità della situazione. Ci sono anche le emergenze, ma è finita l’era dei rattoppi occasionali.

I prossimi cantieri necessari saranno in zona Tor Bella Monaca, Prati Fiscali, Torre Spaccata, Magliana. Si stanno chiudendo le procedure per lanciare quindici nuovi cantieri. L’intenzione è di partire entro questo anno.