Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Autostrade, con due maxiappalti di accordo quadro in gara manutenzioni per 1,162 miliardi

Pubblicati i bandi per barriere acustiche e di sicurezza (862 milioni) e gallerie (300 milioni).

Oltre 1,16 miliardi di lavori in gara con due appalti di accordo quadro della durata quadriennale. Autostrade per l’Italia lancia sul mercato delle opere pubbliche maxi interventi di rinnovamento della rete stradale.

Il primo bando, dal valore di 862 milioni, prevede l’affidamento dei lavori di manutenzione straordinaria e riqualificazione di barriere di sicurezza e acustiche integrate di sicurezza, previsti nell’ambito dei piani di interventi evolutivi della rete autostradale, nelle aree territoriali di competenza delle direzioni di tronco di Genova (DT1 – lotti 1, 2 e 3), Milano (DT2 – lotti 4, 5 e 6), Bologna e Udine (DT3 e DT9 – lotti 7 e 8), Firenze e Fiano Romano (DT4 e DT5 – lotti 9 e 10), Cassino, Pescara e Bari (DT6, DT7 e DT8 – lotti 11, 12 e 13).

È facoltà degli operatori economici presentare offerta per uno o per più lotti o per la totalità degli stessi. I concorrenti potranno aggiudicarsi più lotti purché non ricadenti nella stessa area territoriale. Il concorrente risultato primo in graduatoria in più lotti ricadenti nella medesima area territoriale potrà aggiudicarsi esclusivamente il lotto di importo più alto.

Autostrade si riserva la facoltà di prorogare l’accordo quadro per il tempo strettamente necessario a indire una nuova procedura di gara per l’affidamento degli stessi lavori.

Tra i requisiti è richiesta un’adeguata capacità economica e finanziaria mediante cifra di affari realizzata dal concorrente, nei migliori cinque dei dieci anni antecedenti la data di pubblicazione del bando (2011-2020) non inferiore a due volte l’importo posto a base di gara relativo al lotto a cui si concorre (gli importi variano tra 31 e 100 milioni). L’avviso scade il 5 maggio.

Il secondo bando di Autostrade, diviso in sei lotti, prevede l’accordo quadro per i lavori di ripristino e consolidamento connessi con l’assessment gallerie per un importo complessivo di 300 milioni.

È facoltà degli operatori economici presentare offerta per uno o per più lotti o per la totalità degli stessi. Autostrade precisa tuttavia che, con specifico riferimento a 4 lotti, nel dettaglio: lotti 1A e 1B ricadenti nelle tratte di competenza delle Direzioni di tronco 1 e 2 e lotti 2A e 2B ricadenti nelle tratte di competenza delle Direzioni di tronco 3 e 4, il concorrente potrà aggiudicarsi solo uno dei due lotti per ogni coppia (quello di importo maggiore). Le offerte per questa procedura dovranno pervenire entro il 4 maggio.