Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Aspi, nel 2021 saranno 800 i nuovi ingegneri assunti

Previsti 2.900 nuovi posti di lavoro nel quadriennio 2021-24, di cui 1.500 per il potenziamento di Pavimental.

Come negli anni scorsi Autostrade per l’Italia assume personale. Lo ha fatto negli anni scorsi, la farà ancora negli anni prossimi. Nell’arco di piano 2021-2024, Aspi prevede di assumere altre 2.900 persone, distribuite tra le varie società del gruppo. In particolare, quest’anno il gruppo Aspi farà circa 800 assunzioni.

I profili professionali più richiesti sono: in primo piano ci sono ingegneri e informatici. Particolarmente ricercati i laureati in ingegneria civile, edile, geotecnica, ambiente e territorio. C’è spazio anche per i laureati in Economia e in Giurisprudenza, per i geometri, per i periti elettronici e industriali e per i giovani in possesso di diploma tecnico.

Spiega l’amministratore delegato Roberto Tomasi: «Cerchiamo profili innovativi. Persone, soprattutto giovani, che siano artefici del cambiamento e che, con senso di responsabilità, accompagnino l’azienda nel percorso di rinnovamento intrapreso con il piano di trasformazione, dove il digitale ha un ruolo centrale di sviluppo».

Attualmente il gruppo Aspi ha avviato un profondo processo di trasformazione, che da gestore autostradale in senso stretto lo porterà a diventare un operatore integrato di mobilità. Tra le priorità di Aspi c’è l’ammodernamento della rete autostradale, che prevede 21,5 miliardi di investimenti, la maggior parte dei quali nei prossimi 10 anni, ma anche lo sviluppo di soluzioni digitali per il settore delle infrastrutture e dei trasporti. Parliamo di piattaforme di intelligenza artificiale per il monitoraggio delle infrastrutture (ponti e gallerie), di aree di servizio intelligenti, dello sviluppo di nuovi servizi, che riguarderanno milioni di viaggiatori sulle reti autostradali e metropolitane.

Le assunzioni dovranno sostenere le rilevanti commesse dei prossimi quattro anni, tra cui il Passante di Bologna e la Gronda di Genova, oltre ad ampliamenti di terze e quarte corsie per migliorare l’accesso alle grandi città. Pavimental punta anche sulla mobilità urbana: la società ha recentemente presentato, in consorzio con Alstom Ferroviaria (capogruppo) e Meridiam, un progetto di partenariato pubblico-privato alla Provincia di Trento per la realizzazione della tramvia di Trento Nord.

Gian Luca Orefice, capo delle risorse umane di Autostrade, mette l’accento sull’importanza delle Autostrade del sapere, cioè sugli accordi che il gruppo ha stretto in questi anni con una serie di prestigiosi atenei italiani per favorire l’attrazione dei talenti, nonché anticipare e coltivare nel tempo i mestieri di punta per il business di Aspi. Della rete di Aspi fanno parte: Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Sda Bocconi, Sant’Anna di Pisa, Luiss, Sapienza, Tor Vergata e Università Federico II di Napoli.

Share, , Google Plus, LinkedIn,