Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Varese: Coronavirus, sulle strade si torna già a lavorare nei cantieri

Photo credit: Quotidiano.net

(come riportato da Rosella Formenti su Il Giorno)

Manutenzioni e interventi di adeguamento a marciapiedi e asfalti ripresi in tutta la provincia. E in vista c’è un’estate di opere

Le macchine attive in via del Ceppo, in zona Sacro Monte a Varese

Si riparte cominciando dai lavori sulle strade, un primo segnale per superare l’emergenza causata dalla diffusione del Covid-19. Gli operai incaricati da Agesp Attività Strumentali sono impegnati in viale Cadorna per il rifacimento della segnaletica orizzontale, altri negli interventi di manutenzione del verde nei parchi e lo sfalcio dell’erba nei rioni (per lo smaltimento degli scarti è aperto in determinati orari il centro multiraccolta). Un primo segnale per un graduale ritorno a ciò che dovrà essere nei prossimi mesi la normalità, diversa rispetto ai mesi pre-coronavirus.

L’azienda ha definito il piano di interventi in accordo con il Comune, un lungo elenco di lavori che si concentreranno soprattutto nei mesi estivi e riguarderanno in modo particolare le asfaltature di 19 strade, suddivisi in due lotti, che potrebbero, per alcuni tratti, anche essere avviati a giorni. “Purtroppo per l’emergenza siamo dovuti stare fermi – dice Alessandro Della Marra, amministratore delegato di Agesp Attività strumentali – ma ora si ricomincia, Busto Arsizio è una città che non può permettersi di stare ferma a lungo”. Tra i lavori attesi la realizzazione della nuova rotatoria all’altezza del Tribunale, in calendario tra giugno e luglio e le opere per migliorare la sicurezza lungo viale Boccaccio, previsti nel mese di giugno. Sul viale saranno chiusi i varchi e saranno riqualificati due impianti semaforici, all’incrocio con via Alba e con via Cardinal Simone. Oltre alle asfaltature delle strade saranno realizzati alcuni attraversamenti pedonali rialzati, richiesti dai cittadini, in via Samarate, in prossimità dell’ingresso del cimitero, all’incrocio tra via Isonzo e via Bellini, tra via Pepe e via Venegoni, tra viale Boccaccio e via Bergamo.

Lavori sulle strade avviati anche a Varese secondo il piano di Palazzo Estense. Il primo intervento ieri in via del Ceppo, per la rimozione del vecchio manto d’asfalto, quindi si procederà in via Caracciolo e in via Piermarini, secondo un elenco che sarà costantemente aggiornato. “Sfruttiamo da subito la ripartenza dei cantieri – commenta Andrea Civati, assessore ai Lavori pubblici di Varese – Il nuovo asfalto arriverà appena le condizioni meteo lo consentiranno. Il piano per il rifacimento delle strade è un impegno che avevamo preso con i cittadini, ora, dopo lo stop invernale e quello per l’emergenza sanitaria, torniamo a lavorare”.

Riprendono i lavori anche sulle strade provinciali previsti dalla Provincia nei tratti di sua competenza, a cominciare da quelli lungo la pista ciclabile intorno al lago di Varese (che resta chiusa al pubblico nel rispetto delle restrizioni anticontagio) per proseguire con il completamento dell’asfaltatura lungo la Provinciale 1.

Da sottolineare che sono numerosi gli interventi programmati da Villa Recalcati in tutto il Varesotto, complessivamente per un impegno economico pari a 4,8 milioni di euro. Squadre di operai dunque già al lavoro, con mascherine e guanti, nel rispetto di tutte le norme di tutela della salute.

Nei Comuni, intanto, si studia come impiegare i 34 milioni garantiti dalla Regione alla provincia di Varese, nell’ambito del finanziamento da 3 miliardi messo a disposizione per le infrastrutture.