Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Un bus per fornire energia elettrica in caso di calamità

(come riportato su Le Strade dell’Informazione)

Il mezzo, dotato di due serbatoi ad idrogeno, progettato insieme da Toyota e Honda

Un bus in grado di risolvere, in caso di calamità, il problema dell’interruzione di energia elettrica. Si chiama “Moving e” l’innovativo mezzo, attualmente in fase di sperimentazione, che Toyota e Honda hanno progettato per fungere da stazione di ricarica mobile per la produzione di corrente in caso di imprevisti.

Il bus, fornito di due serbatoi ad idrogeno, potrà fornire energia elettrica pari a 454chilowattora per una potenza massima di 18chilowatt. I dispositivi portatili esterni di output dell’energia elettrica e le relative batterie verranno quindi utilizzati per prelevare l’elettricità dal bus, che funge quindi da fonte di alimentazione. Una soluzione utile in emergenze improvvise quali blackout dovuti ad eventi naturali o per la fornitura di corrente in caso di eventi e spettacoli.

La piattaforma mobile sarà equipaggiata, oltre che da una stazione di ricarica a celle a combustile di Toyota, da un dispositivo portatile di energia Honda Power Exporter 9000, due tipi di batterie portatili Honda (LiB-AID E500 e Honda Mobile Power Pack) e di un caricatore di batteria Honda Mobile Power Pack Charge & Supply Concept. I dispositivi e le batterie portatili saranno impiegati per estrarre l’elettricità dall’autobus a celle a combustibile come un enorme powerbank.

Le due case automobilistiche giapponesi hanno preparato un calendario di test per dimostrare l’efficacia di questo bus che, oltre ad essere un sistema energetico può essere impiegato come ricovero di sicurezza o riposo nelle situazioni di emergenza.