Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Svizzera: dal 1 Gennaio 2021 entrano in vigore le modifiche al Codice della Strada

(Come riportato da Le Strade dell’Informazione)

Cambiano le regole per la guida in autostrada, in città, per il parcheggio e la patente auto

Novità per la circolazione in Svizzera. Come riportato dai principali organi di stampa d’oltralpe, dall’inizio del 2021 entrano in vigore nel paese elvetico nuove disposizioni che interessano automobilisti, ciclisti e pedoni.  

Autostrada  

Per evitare il rallentamento dei mezzi di soccorso e agevolarne il passaggio, gli automobilisti dovranno spontaneamente creare un corridoio di soccorso al centro delle corsie, evitando di invadere quella d’emergenza. Nelle gallerie invece bisognerà avvicinarsi il più possibile al marciapiede. Su un’autostrada a tre corsie, i veicoli al centro e a destra dovranno spostarsi a destra e quelli sulla corsia di sinistra dovranno accostarsi sulla sinistra.

Una manovra per rendere più fluido il transito dei veicoli di soccorso. È importante accendere le luci di pericolo il più presto possibile per guadagnare secondi preziosi ed evitare che questo movimento provochi un incidente con conducenti che non si siano accorti delle sirene o delle luci blu.

Altra novità di rilievo, l’introduzione del principio della “chiusura lampo”. Quando una corsia viene chiusa, ad esempio per lavori, immediatamente gli automobilisti dovranno lasciar transitare i conducenti che vi provengono per evitare rallentamenti causati da un cambio corsia. Inoltre in caso di code, rallentamenti o incidenti, gli automobilisti potranno superare sulla destra i veicoli che viaggiano a sinistra. Tale manovra rimane vietata e punita in caso di traffico normale. Sulle autostrade elvetiche, la velocità massima autorizzata per trainare un rimorchio o una roulotte (fino a 3,5 tonnellate) verrà elevata da 80 a 100 km/h. Il carico rimorchiato non dovrà superare il limite di peso indicato nella licenza di circolazione del veicolo trainante. Si dovranno montare pneumatici adatti che consentono di viaggiare a questa velocità. Infine, dal 1 Gennaio 2021 nelle aree autostradali di ristoro si potranno nuovamente vendere e servire bevande alcoliche.  

Mobilità urbana  

Novità anche per quanto riguarda la mobilità nei centri urbani. A un semaforo rosso, biciclette e ciclomotori, a determinate condizioni e se indicato, potranno svoltare a destra. Questa nuova disposizione accoglie il progetto pilotato già sperimentato a Basilea nel 2016 che ha dato ottimi risultati in termini regolarizzazione del traffico.  Nel futuro, davanti ai semafori, le città potranno allestire una zona d’attesa per i ciclisti, delimitata da una segnaletica orizzontale (al suolo), anche quando non vi è una pista ciclabile. I ciclisti ponendosi davanti agli altri utenti avranno maggiore visibilità e minori rischi nelle partenze.  Inoltre per i bambini fino ai 12 anni, sarà possibile circolare in bicicletta sul lato destro dei marciapiedi, se lungo il tratto stradale percorso non sussistono piste o zone ciclabili. Dovranno in ogni caso dare la precedenza ai pedoni. Verrà modificata la segnaletica orizzontale nelle aree in cui vige il limite di 30 km/h, integrata con nuovi pannelli per favorire la mobilità lenta.

Per i ciclisti, nelle zone 20 o 30 km/h, potranno essere allestiti percorsi prioritari che saranno indicati con una segnaletica orizzontale specifica sul campo stradale. In questo caso, non sarà applicata la precedenza da destra, solitamente in vigore all’interno di queste zone. Per la sicurezza dei pedoni sarà anche possibile utilizzare nuove indicazioni al suolo. Ad esempio, impronte di passi per indicare i luoghi più adatti per attraversare la strada o, ancora, per segnalare un pericolo legato al transito di un tram o alla presenza di binari. In assenza di un passaggio riservato, i pedoni possono attraversare i tratti stradali limitati a 30 km/h dove lo desiderano, pur non avendo la precedenza.  

Parcheggio  

Se il veicolo lo permette, si potranno utilizzare i sistemi di assistenza al parcheggio staccando le mani dal volante, pronti a intervenire però in qualsiasi caso, ricordando che il conducente è sempre responsabile. Le biciclette elettriche rapide (45 km/h), i motocicli e i ciclomotori potranno essere sottoposti al posteggio a pagamento, mentre potranno essere introdotti parcheggi verdi e il nuovo simbolo «stazione di ricarica», a uso esclusivo dei veicoli elettrici per una maggiore riconoscibilità. Inoltre su richiesta delle autorità di polizia, sarà introdotta una nuova segnaletica «rammentare l’uso del disco orario di parcheggio», nell’intento di dissipare i dubbi nelle zone segnate in bianco.  

Patente  

Il permesso di allievo conducente per le autovetture (categoria B e BE) potrà essere ottenuto già a partire dai 17 anni compiuti. I nuovi conducenti potranno presentarsi per l’esame al compimento dei 18 anni, sempre che abbiamo già al loro attivo un anno di guida accompagnata. Soltanto i conducenti che hanno 20 anni compiuti al momento dell’esame potranno presentarsi in qualità di allievo conducente, dopo meno di dodici mesi di guida. I giovani nati tra il 2001 e il 2003, che avranno ottenuto il permesso di allievo conducente entro il 31 dicembre 2021, saranno esonerati da questo periodo di apprendimento di un anno. I permessi di allievo conducente emessi prima del 1° gennaio 2021 resteranno sottoposti al regime attuale.