Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Stop alle auto Euro 6 ma via libera a 200.000 tir carichi di rifiuti perché non sappiamo smaltirli

Photo credit: Palermo Today

(come riportato su Stradafacendo)

Una colonna di 200mila camion lunga 3.300 chilometri.

È quella composta da tir e “compattatori” che ogni anno trasporta rifiuti prodotti dalle regioni che non hanno abbastanza impianti per smaltirli e che per questo motivo li destinano alle discariche o ai termovalorizzatori situati in altre regioni o all’estero.

Un’interminabile “colonna inquinante” che continua a viaggiare solo perché chi amministra il Paese e le regioni non è stato e non è capace di gestire adeguatamente il territorio, provvedendo anche a smaltire quello che i suoi abitanti producono in termini di rifiuti.

La stessa classe politica che vieta i “puliti” Euro 6 a Roma e che lascia che migliaia di vecchissimi impianti di riscaldamento di immobili di proprietà dello Stato, delle regioni, delle Province, dei Comuni, inquinino, ognuno, come decine di migliaia di mezzi in circolazione.

Una conferma in più, quella che arriva leggendo i calcoli fatti dai responsabili del centro studi di Ref Ricerche e riportati dal “Sole 24 Ore” che sembra confermare quello che sempre più italiani sembrano pensare: chi sa fare avvia una propria attività propria o mette a disposizione la propria competenza di un’azienda privata.

Chi non sa fare nulla si getta spesso in politica. Lì uno stipendio (e anche pesante) non lo si nega a nessuno.