Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Genova, il nuovo è ponte percorribile dal 5 agosto. Bucci: “Nessuno ci credeva”

GIOVANNI TOTI

Photo Credit: www.rainews.it

Come confermato in una nota da RaiNews, completato il manto stradale e le prove statiche, il nuovo ponte sul Polcevera, sarà riaperto al pubblico a partire dal 5 agosto. Lo hanno annunciato il presidente della Regione Giovanni Toti e il sindaco e commissario Marco Bucci.

Il presidente della Regione Giovanni Toti e il sindaco e commissario Marco Bucci hanno infatti rotto gli indugi e ufficializzato la riapertura: il 5 agosto il nuovo ponte Morandi, ribattezzato ‘Genova San Giorgio’, sarà percorribile.

“Avevamo promesso di restituirlo alla città nel minor tempo possibile quando nessuno ci credeva. Noi ci abbiamo sempre creduto e così è stato: avanti Liguria”, è il commento del governatore ligure Toti su Facebook.

Bucci, invece, ha annunciato la riapertura durante l’appuntamento “a colazione col sindaco” tenutosi ai Bagni Medusa di Nervi. Dunque, la riapertura del tratto autostradale avverrà 48 ore dopo l’inaugurazione fissata al 3 agosto alle 18:30.

Il ponte Genova San Giorgio potrà accogliere le auto in transito e vantare tempistiche straordinarie. Ricostruito in soli due anni dal terribile disastro del 14 agosto 2018.

Nei giorni scorsi, dopo il tappeto di circa 7 centimetri di asfalto (binder), sono avvenute le operazioni di completamento del manto stradale e le prove statiche che hanno interessato 56 tir.

Accantonate le polemiche sulla percorribilità dell’opera a velocità ridotta, per via della ricostruzione del viadotto sul tracciato del Morandi risalente al 1963, e la restituzione della gestione alla società Austostrade per l’Italia: il dibattito si sposta sull’attribuzione dei meriti.

Ferruccio Sansa, in corsa alla presidenza della Liguria sostenuto da Centrosinistra e Cinquestelle, esterna via Facebook la propria posizione e sfida sul tema delle grandi opere il principale competitor e attuale presidente Toti.

“Stamattina venendo a Genova prenderete la Gronda di Toti? – scrive in un post il giornalista de “Il Fatto Quotidiano” – Qui più che una questione di opere è un problema di senso delle parole: io sono l’uomo delle opere, dice Toti.

Chiedo a voi: quali opere vedete realizzate da Toti in questi cinque anni? Nessuna”.

“Il Ponte – sottolinea Sansa – che è un discorso a parte perché sostituisce il Morandi crollato, è stato realizzato dal Governo e dal commissario Bucci. Toti non c’entra, ha inaugurato i lavori per lo scolmatore (un’opera idraulica, ndr), peccato che siano merito della giunta Doria”.