Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

De Micheli sigla nuove regole cantieri e la ripresa di opere pubbliche strategiche

Photo credit: Le Strade dell’Informazione

(come riportato da Le Strade dell’Informazione)

Nuove regole: firmato un protocollo con Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e sindacati. Opere pubbliche strategiche: firmata nota insieme al Ministero della Salute e a quello dello Sviluppo economico

La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha siglato insieme alla ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, e ai rappresentanti di Anci, Upi, Anas, Rfi, Ance, Alleanza delle Cooperative, Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil il nuovo Protocollo di regole per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 nei cantieri.

Il MIT riferisce che il documento, condiviso con le associazioni di categoria e le parti sociali, integra i contenuti del precedente Protocollo adottato nel mese di marzo, definendo nuove misure in vista della progressiva riapertura dei cantieri, ed è aggiornato sulla base del Protocollo relativo a tutti i settori produttivi siglato dal Governo. “Voglio ringraziare in particolare la ministra Catalfo, i sindacati e i rappresentanti delle categorie, Anci e Upi – sottolinea la ministra De Micheli – che hanno operato con grande impegno per la definizione di regole fondamentali che ci consentiranno di riaprire i cantieri nella sicurezza per chi ci lavora”.

Nel Protocollo, riferisce il MIT, vengono infatti fornite indicazioni operative per incrementare in tutti i cantieri l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento dell’epidemia, seguendo la logica della precauzione e le indicazioni dell’Autorità sanitaria non solo per i lavoratori ma anche per i titolari del cantiere e tutti i subappaltatori e subfornitori. Sono inoltre previste verifiche dell’adozione, da parte dei datori di lavoro, delle prescrizioni stabilite dal Protocollo con i rappresentanti sindacali e attraverso l’Ispettorato del Lavoro e l’Inail.

Inoltre, da oggi possono riprendere l’attività tutte le imprese di costruzione impegnate nei cantieri di opere pubbliche considerate strategiche per il Paese, relative a dissesto idrogeologico, edilizia scolastica, edilizia residenziale pubblica e penitenziaria.

Lo rende pubblico il Mit attraverso una nota firmata dalla stessa ministra De Micheli, insieme al ministro della Salute, Roberto Speranza, e a quello dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, inviata ieri alla ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, nella quale vengono indicate le attività per l’economia nazionale da autorizzare fin da subito.

Questi cantieri possono riprendere l’attività, precisa il MIT, se sono in condizione di rispettare il Protocollo sulla sicurezza nei cantieri, inviando una comunicazione ai Prefetti. Nella nota si esplicita la strategicità per il Paese di questi cantieri. Tutto il personale, sia lavoratori che fornitori, impiegato nelle attività che vengono autorizzate – precisa la nota – non verrà sottoposto a limitazioni della mobilità per raggiungere il posto di lavoro.