Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Covid-19, controlli a tappeto e sanzioni per spostamenti non giustificati

Photo credit: casilinanews.it

(come riportato da Carlo Argeni su Le Strade dell’Informazione)

Nonostante tutto, c’è ancora qualcuno che ci prova. Incredibile ma vero. Le numerose sanzioni amministrative contestate in questi ultimi giorni dalle Forze dell’Ordine confermano che non mancano quelli che si spostano con il proprio veicolo pur non avendo una qualche reale necessità da soddisfare. Le scuse sono le più strampalate e inverosimili.

I controlli effettuati dalla Polizia e dai Carabinieri sono svolti anche in funzione di prevenzione. Il solo vedere una “Pantera” o una “Gazzella” dovrebbe consigliare ai più testardi il rispetto delle disposizioni volte al contrasto del contagio da Covid-19. Si tratta di comportamenti sconsiderati, è bene ribadirlo, che mettono a rischio la salute pubblica e vanificano il lavoro svolto dai tanti che, con spirito di sacrificio personale e abnegazione, si stanno dando da fare per creare le condizioni di un rapido ritorno alla normalità del Paese. Nei casi in cui si rileva la violazione si elevano le multe previste, che sono “salate”. Non ci può essere giustificazione, d’altronde, per atteggiamenti censurabili sotto qualsiasi profilo.

Per quanto riguarda la viabilità, la rete viaria stradale e autostradale è costantemente sorvegliata dal personale degli Enti gestori (ANAS, Concessionarie autostradali, ecc.). Nulla è lasciato il caso. Tutti i possibili scenari che si potrebbero prospettare sono oggetto di un’approfondita analisi. “Unità di crisi” sono state attivate un po’ ovunque in maniera che in caso di bisogno la risposta operativa, con l’attivazione dei servizi di pronto intervento e soccorso, sia sempre ai massimi livelli.