Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Anas: in gara 1,4 miliardi per Tremezzina, Telesina e manutenzioni

L’amministratore delegato Simonini: «Si tratta di opere strategiche per il territorio che concorrono al potenziamento della qualità del servizio offerto da Anas sulla propria rete»

Alessandro Lerbini su Edilizia e Territorio fa il punto sui più importanti interventi stradali mandati in gara da Anas.

Fine anno all’insegna delle grandi opere per l’Anas. Con tre maxigare l’ente guidato da Massimo Simonini ha mandato in gara lavori per 1,396 miliardi.

Gli interventi più rilevanti riguardano la variante alla Tremezzina, sulla strada statale 340 Regina, e l’adeguamento a quattro corsie della strada statale 372 Telesina, per un valore complessivo di oltre un miliardo di euro.

«Si tratta di opere strategiche per il territorio – ha spiegato l’amministratore delegato Simonini – che concorrono al potenziamento della qualità del servizio offerto da Anas sulla propria rete. Il valore di investimento rappresenta una significativa iniezione di risorse in funzione anche di un rilancio dell’economia».

Il progetto definitivo della variante alla Tremezzina, del valore di 576 milioni, si estende per quasi 10 km e interessa le località di Colonno, Sala Comacina, Ossuccio, Lenno, Mezzegra, Tremezzo e Griante, in provincia di Como.

Tra i principali lavori: quattro gallerie naturali a canna unica (per uno sviluppo complessivo di circa 8,3 km), tre viadotti e due svincoli (Colonno a sud e Griante a nord). L’obiettivo dell’intervento è di migliorare il livello di servizio e la sicurezza complessiva dei collegamenti tra Como e Menaggio.

La variante permetterà inoltre un risparmio nei tempi di percorrenza, una maggiore sicurezza per gli utenti, un indotto economico locale attraverso il turismo e permetterà un collegamento più agevole con la Svizzera, con la Valtellina e con la Val Chiavenna. L’avviso scade il 3 marzo,

La seconda gara riguarda il progetto definitivo dell’adeguamento a quattro corsie della strada statale 372 Telesina, del valore di 460 milioni, che prevede uno sviluppo di 23 km dallo svincolo di San Salvatore Telesino, al km 37, fino allo svincolo di Benevento al km 60.

Tra le opere d’arte più importanti sono previste la realizzazione di dieci viadotti per una lunghezza complessiva di quasi 3 km, una galleria artificiale e otto svincoli. L’adeguamento del tracciato potenzierà il collegamento con il capoluogo provinciale e migliorerà gli standard di guida e di sicurezza.

Il bando rimane aperto fino al 2 marzo.

Nell’ambito della manutenzione programmata sulla propria rete di strade e autostrade l’Anas ha pubblicato infine un bando, dall’importo di 360 milioni, per l’esecuzione di lavori sul corpo stradale e sulle relative pertinenze (opere di sostegno, sistemazione e regimazione delle acque, risanamento e consolidamento delle scarpate, ripristino degli elementi profondi del corpo stradale, adeguamento di intersezioni).

«Anas – ha dichiarato Simonini – sta intervenendo in modo veloce ed efficace per programmare la manutenzione della propria rete stradale e autostradale. Stiamo lavorando per avviare nuovi cantieri su tutto il territorio nazionale sia per contribuire al rilancio del settore e sia per rendere più moderne ed efficienti le infrastrutture viarie del Paese.

L’obiettivo è garantire un viaggio confortevole e una guida sicura agli automobilisti che ogni giorno percorrono le nostre arterie».

Il bando è suddiviso in 23 lotti per l’affidamento di altrettanti accordi quadro di durata quadriennale e ripartiti in tutte le strutture territoriali o regionali di Anas: 15 milioni per le strade afferenti all’area compartimentale di Palermo (lotto 1); 15 milioni per l’area compartimentale di Catania (lotto 2); 10 milioni le autostrade della Sicilia (lotto 3); 10 milioni l’area compartimentale di Cagliari (lotto 4); 10 milioni per l’area di Sassari (lotto 5); 15 milioni per la Calabria (lotto 6); 20 milioni per la A2 “Autostrada del Mediterraneo” (lotto 7); 20 milioni per la Basilicata (lotto 8); 15 milioni per la Puglia (lotto 9); 15 milioni per la Campania (lotto 10); 20 milioni per il Lazio (lotto 11); 10 milioni per l’Abruzzo (lotto 12); 10 milioni per il Molise (lotto 13); 10 milioni per le Marche (lotto 14); 20 milioni per l’Umbria (lotto 15); 20 milioni per la Toscana (lotto 16); 25 milioni per l’Emilia-Romagna (lotto 17); 30 milioni per il Veneto (lotto 18); 5 milioni per il Friuli Venezia Giulia (lotto 19); 30 milioni per la Lombardia (lotto 20); 15 milioni per la Liguria (lotto 21); 10 milioni per il Piemonte (lotto 22); 10 milioni per la Valle d’Aosta (lotto 23).

Gli appalti, di durata quadriennale, saranno attivati mediante accordo quadro che garantisce la possibilità di avviare i lavori con la massima tempestività in relazione alla programmazione della manutenzione delle strade.

Le imprese interessate dovranno far pervenire le offerte digitali, corredate dalla documentazione richiesta, sul Portale Acquisti di Anas entro le ore 12 del 3 febbraio.