Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

ACI: parco circolante in aumento nel 2019

(come riportato da www.lautomobile.aci.it)

Circolante in crescita nel nostro Paese. Stando ai dati ACI, nel 2019 risultano 52.401.299 veicoli, l’1,4% in più rispetto all’anno precedente. In particolare, risultano in circolazione 39.546.232 automobili (+1,35% sul 2018). Segno positivo anche per veicoli commerciali leggeri e pesanti (5.775.006 in tutto, +1,3%) e motocicli (6.896.048 esemplari, +1,7%).

Considerando i diversi tipi di alimentazione, da segnalare in termini percentuali l’exploit delle automobili ibride a gasolio: +290%. Crescita a due cifre per le elettriche (+87%) e per le ibride a benzina (+32%) nonostante rappresentino una percentuale minima sul totale del parco autovetture, sotto l’1%.

Trend molto contenuto invece per le alimentazioni tradizionali: quella a benzina segnano appena mezzo punto percentuale in più mentre quelle a gasolio si fermano a +0,9%. A tal proposito, tra l’altro, l’ACI sottolinea che “le pesanti flessioni subite dalle iscrizioni di auto nuove diesel nel 2019 non hanno ancora avuto effetto sul parco”.

Per quanto riguarda la classe Euro, salgono del 27% le Euro 6 (per un totale di 9.035.054 vetture), mentre quelle di vecchia data (fino a Euro 3) segnano una diminuzione del 6,6% e rappresentano circa un terzo di tutte le auto in circolazione.

Quanto alla ripartizione geografica, il Sud, isole comprese, è ancora fanalino di coda nello svecchiamento del parco: nelle regioni meridionali le alimentazioni fino a Euro 3 oscillano tra il 38 e il 48% del totale auto in circolazione, contro il 31-37% del Centro e il 12-29% del Nord.