Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Manutenzioni ordinarie e straordinarie continuative su ponti e viadotti. Priorità della Ministra De Micheli

Photo credit: agenpress.it

Sulla base della mappatura effettuata dalle Province il MIT ha reso disponibili i primi 250 milioni per i ponti e viadotti.

La ministra delle Infrastrutture Paola De Micheli in audizione alla commissione Lavori pubblici del Senato ieri, ha dichiarato: “non faremo sconti” e che la procedura per l’annullamento della concessione ad Autostrade per l’Italia, partita dopo il crollo del ponte Morandi, entro tre settimane al massimo potrebbe arrivare sul tavolo del Consiglio dei ministri. Anche dalle dichiarazioni del premier Giuseppe Conte, e di Luigi Di Maio, avvalorano la probabilità che l’iter si concluda a sfavore di Aspi.

La cancellazione dell’approvazione per legge delle Convenzioni, che blindavano gli accordi con i Concessionari, comprese le clausole controverse, anche in caso di revoca per colpa grave, la società avrebbe avuto diritto al risarcimento di tutti gli utili fino alla fine della concessione, permetterebbe di ripristinare l’iter normale per gli schemi delle concessioni, dal decreto Mef-Infrastrutture alla valutazione del Nucleo per la regolazione dei servizi di pubblica utilità, dal passaggio al Cipe fino all’avvallo della Corte dei conti.

A Palazzo Chigi si lavora al dossier, i danni causati dal maltempo nelle ultime settimane, da Venezia a Genova fino a Matera, hanno riportato in primo piano il tema della scarsa manutenzione delle opere e del dissesto idrogeologico dovuto in gran parte al cambiamento climatico.

La Ministra De Micheli, sul tema ponti ha chiesto e pretende che il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici emani subito le linee guida sulla sicurezza, che ancora non sono state prodotte, a garanzia della massima priorità alle manutenzioni ordinarie e straordinarie continuative e al rafforzamento del sistema della vigilanza con attento monitoraggio sulle infrastrutture.

I primi 250 milioni, sulla base della mappatura effettuata dalle Province, sono stati stanziati.