Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Infrastrutture, sbloccata la “Ragusana” grazie a subentro Anas

In una nota del MIT si legge che è stata raggiunta intesa con Concessionario uscente, pedaggio azzerato con risorse statali.

Sbloccata un’altra opera di interesse nazionale in Sicilia, che si avvia così verso una rapida apertura dei cantieri. Si tratta dell’Autostrada Ragusa-Catania, la cosiddetta “Ragusana”, attesa dai cittadini siciliani da almeno trent’anni, che può finalmente vedere aprire i cantieri grazie all’accordo raggiunto tra il Concessionario uscente, Sarc, e Anas.

L’intesa sottoscritta prevede che Anas subentri al Concessionario uscente, ne acquisti il progetto, con una valutazione effettuata da un collegio indipendente di tecnici, e diventi così il “soggetto attuatore” per l’intervento.

Cambia anche il modello di concessione: quello adottato in precedenza avrebbe portato al pagamento di un pedaggio, stimato in circa 15 euro per la tratta. Il nuovo schema di concessione, oltre a garantire una velocizzazione del cantiere, porterà all’azzeramento dei pedaggi per tutti i cittadini.

L’ottimo risultato è stato raggiunto grazie all’impegno del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, dello staff e di tutto il Ministero.