Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

FS italiane: mobilità integrata per un trasporto sostenibile

Il Gruppo FS Italiane è consapevole del ruolo centrale della mobilità per una crescita responsabile e intende contribuire al miglioramento della qualità della vita e dei territori che attraversa sviluppando infrastrutture e modalità di trasporto integrate ed efficienti.

In occasione del Treno Verde 2019, FS Italiane ha presentato le iniziative per la mobilità sostenibile che coinvolgono tutte le società del Gruppo.

Trasporti sostenibili per una migliore qualità della vita

Il sistema dei trasporti e della mobilità collettiva e integrata è un elemento centrale per lo sviluppo dei territori e per il miglioramento della qualità della vita delle persone che li abitano, ma è anche una fonte di numerosi impatti ambientali, come ad esempio le emissioni di gas serra in atmosfera. Ciò perché l’attuale sistema di mobilità è fortemente sbilanciato sul trasporto privato. Per ristabilire un equilibrio è necessario aumentare la quota di spostamenti a elevate performance ambientali, come il trasporto su ferro, il trasporto collettivo su gomma e il mondo sharing (car, scooter, bike).

Trasporto su ferro spina dorsale della mobilità sostenibile

Il trasporto ferroviario rappresenta la spina dorsale del collegamento intermodale di persone e merci. I fattori di successo del settore, sicurezza e rispetto dell’ambiente, sono leve per il consolidamento e il mantenimento di una posizione di leadership.

Connettività, inclusione sociale e territoriale, crescita nel mercato del lavoro e negli investimenti, sicurezza e protezione dell’ambiente sono elementi su cui il settore ferroviario può contribuire in maniera significativa nel breve come nel lungo periodo, grazie alla sua capacità di mettere insieme sostenibilità e innovazione.

Efficientamento processi industriali e rinnovo flotta

Le elevate performance ambientali dei nuovi mezzi sono il risultato di sempre più strutturati processi di procurement che prevedono requisiti rigorosi, relativi, ad esempio, a sistemi propulsivi, design, recupero di energia e utilizzo di materiali leggeri.

Il Frecciarossa 1000, oltre a essere il primo treno alta velocità ad aver ottenuto la certificazione di impatto ambientale, è costruito con materiali che raggiungono una percentuale di riciclabilità vicina al 100%. Sul fronte del trasporto regionale, i nuovi treni regionali di Trenitalia Pop e Rock sono stati concepiti per realizzare performance energetiche di assoluto rilievo, consentendo una diminuzione dei consumi specifici di energia del 30% rispetto ai treni precedenti. Tali performance sono state recentemente riconosciute al Gruppo FS Italiane dal mercato finanziario con la sottoscrizione del primo green bond emesso da un operatore ferroviario per l’acquisto di nuovi treni. I Rock e Pop sono parte del più ampio piano di rilancio del Gruppo FS Italiane per il trasporto regionale. Piano che, con un investimento economico complessivo di circa 6 miliardi di euro e oltre 600 nuovi treni, garantirà, a partire da quest’anno, il rinnovo dell’80% dell’intera flotta.

Nel trasporto collettivo su gomma continua il rinnovo del parco autobus di Busitalia, società di trasporto su gomma del Gruppo FS Italiane, con l’acquisto di mezzi motorizzati Euro 6 dotati di tecnologie in grado di garantire bassi consumi energetici e di incrementare la capacità di carico, ottenendo un sostanziale abbattimento delle emissioni di particolato e degli ossidi di azoto, rispetto a quelli della generazione precedente, e una riduzione significativa delle emissioni di CO2.

Nella progettazione e realizzazione delle opere infrastrutturali, Rete Ferroviaria Italiana e Italferr, per contribuire alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, hanno avviato diverse iniziative mirate a un uso razionale delle risorse impiegate, al riutilizzo dei materiali provenienti dagli scavi e al loro trasporto su rotaia.

Servizi di trasporto integrati per i passeggeri

Per un miglioramento generale del sistema di mobilità in termini sostenibili, il Gruppo FS Italiane ha intrapreso anche altre iniziative. Oltre al potenziamento del trasporto regionale e dei servizi alta velocità, l’attenzione è rivolta ai collegamenti FRECCIALink, il servizio integrato di Trenitalia Frecce+bus, nonché le partnership con i servizi di car sharing, ad esempio Enjoy, e bike sharing in diverse città (Bicincittà a Torino e Padova; Clear Channel a Milano e Verona) che consentono di ridurre gli spostamenti con veicoli privati a motore.

Polo Mercitalia

Nel settore merci e logistica, la strategia perseguita è quella di massimizzare i benefici del trasporto intermodale attraverso il Polo Mercitalia, che ha il compito rilanciare il business merci del Gruppo FS Italiane, sviluppando soluzioni integrate che permettano di valorizzare la modalità ferroviaria. Nel 2018 è stato lanciato Mercitalia Fast, il primo servizio al mondo di trasporto ferroviario ad alta velocità dedicato alle merci, che alleggerirà la principale arteria autostradale italiana (Autostrada A1) di circa 9mila camion ogni anno, riducendo dell’80% le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera rispetto al trasporto stradale.

Una nuova user experience

Gli sviluppi della digitalizzazione prevedono un complessivo ripensamento dei punti di contatto fra il Gruppo FS Italiane e le persone, a partire dai canali digital. Come ad esempio la app di Trenitalia, sempre più completa e facile da utilizzare, e nugo, la app del Gruppo FS Italiane, lanciata nel 2018, che rappresenta l’interfaccia digitale della mobilità integrata. nugo, scaricabile dagli store digitali per Android e iOS, permette di acquistare in pochi passaggi tutti i biglietti dell’itinerario scelto, favorisce la mobilità collettiva integrata door to door, semplifica la pianificazione del viaggio e risponde alle esigenze delle persone, proponendo mezzi di trasporto pubblici, collettivi e condivisi in tutta Italia: treni, metropolitane, autobus, traghetti, car e bike sharing, taxi, oltre a prenotare la sosta dell’auto nei parcheggi delle stazioni ferroviarie.

Fonti rinnovabili per la produzione di energia pulita

Tutte le società del Gruppo FS Italiane sono anche impegnate nello sviluppo e nella promozione delle fonti rinnovabili, sia inserendo esplicite richieste nei bandi di fornitura energetica sia con l’attivazione di impianti fotovoltaici di proprietà. Il trasporto su ferro, in particolare, ha una forte relazione con le energie rinnovabili: la rete ferroviaria in Italia, elettrificata quasi all’80%, consente di beneficiare in modo immediato e diretto della quota di rinnovabili che compone il mix di produzione di energia elettrica e che si attesta intorno al 35% del totale.