Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

FS in corsa per l’alta velocità in Usa

In una nota di Le Strade dell’Informazione si legge che il Gruppo guidato da Gianfranco Battisti partecipa a due maxi gare da 22 miliardi di dollari a Los Angeles e Washington per costruire le infrastrutture ferroviarie e gestire il servizio

Due maxi gare da 22 miliardi di dollari per aggiudicarsi l’alta velocità negli Stati Uniti. Il Gruppo FS, per estendere ulteriormente la propria presenza all’estero, parteciperà a due maxi gare negli Usa: la prima a Los Angeles, per circa 10 miliardi di dollari, finalizzata alla realizzazione di nuove metropolitane e linee ferroviarie; la seconda a Washington, del valore di 12 miliardi.

L’idea è quella di realizzare sia le infrastrutture, ovvero i binari, sia i servizi, cioè la gestione delle linee con i treni super veloci, particolarmente apprezzati dall’amministrazione americana.

Lo si legge in un articolo pubblicato oggi dal quotidiano il Messaggero, a firma Umberto Mancini.

Le gare dovrebbero scattare a fine anno, ma FS sta già lavorando da mesi alla definizione del programma. Per FS si tratta di un ulteriore tassello. Il Gruppo, infatti, è già presente in 60 Paesi con 71 società.

Ed è reduce da una grande affermazione in Gran Bretagna dove si è aggiudicato, insieme a FirstGroup, il franchise ferroviario della West Coast inglese che comprende i collegamenti InterCity fra Londra, Manchester, Chester, Liverpool, Preston, Edimburgo e Glasgow; oltre allo sviluppo e l’introduzione a partire dal 2026 dei nuovi servizi sulla nuova linea ad alta velocità da Londra a Birmingham.