Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Calabria: riaperta S.P. 23 nel tratto Joppolo Coccorino

(come riportato da Trasporti-Italia.com)

Riapre al traffico la Strada Provinciale 23 nel tratto Joppolo Coccorino in provincia di Vibo Valentia. Gli interventi, ha comunicato Anas, Società del Gruppo FS Italiane, hanno riguardato la messa in sicurezza della strada provinciale danneggiata e interdetta al traffico veicolare dal mese di novembre 2017 a causa della caduta di un masso di grosse dimensioni.

La riapertura si è tenuta alla presenza del Ministro Danilo Toninelli, del Vice prefetto di Vibo Valentia Eugenio Pitaro, dell’Amministratore delegato di Anas Massimo Simonini, dell’Assessore alle infrastrutture della Regione Calabria Roberto Musmanno, del Presidente della Provincia di Vibo Valentia Salvatore Solano e del Sindaco di Joppolo Carmelo Mazza.

I lavori, a testimonianza della piena sinergia e collaborazione tra le Istituzioni territoriali e l’Anas, sono stati definiti dalla convenzione siglata tra Anas, Regione Calabria, Provincia di Vibo Valentia, comune di Joppolo, e dal Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra dell’Università della Calabria, per un importo di circa 4 milioni di euro.

Oltre alla campagna di indagini per la perlustrazione del costone, realizzata dal Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra (DIBEST) dell’UNICAL, sono state eseguite le operazioni di “disgaggio” dei blocchi rocciosi in condizioni di maggiore criticità, seguite dall’installazione di nuove reti paramassi con l’ausilio di un elicottero per un estesa di circa diciottomila metri quadri e da interventi di ripristino del piano viabile. La riapertura al traffico è avvenuta nel pieno rispetto del cronoprogramma lavori, prima dell’avvio della stagione estiva, al fine di garantire l’accessibilità a vaste zone del comprensorio di Joppolo e del Vibonese, di importante vocazione turistica ma sostanzialmente non collegate al resto del territorio.

Anas completerà, nel prossimo mese di settembre, le operazioni di ‘chiodatura’ per il bloccaggio delle reti paramassi, tali lavorazioni non comporteranno la chiusura del tratto stradale ma saranno gestite con dei restringimenti di carreggiata.

“Questa operazione – ha commentato l’Amministratore delegato Anas, Massimo Simonini – testimonia la grande attenzione di Anas nei confronti della Calabria che ci vede impegnati quotidianamente nel fornire un servizio di sempre maggior qualità intervenendo anche laddove non siamo i gestori diretti. Inoltre, nella rimodulazione del Contratto di Programma 2016- 2020, approvato pochi giorni fa dal CIPE, la Calabria è la regione a cui sono destinate più risorse per nuove opere e manutenzione programmata con circa 3,8 miliardi di euro. Nell’ambito del piano complessivo degli investimenti, pari a circa 30 miliardi, il 52% interessa le regioni del Sud Italia e le isole per un totale circa 15,7 miliardi”.