Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Atlantic Ocean Road, tra le strade più belle del mondo

(Come riportato su Le Strade dell’Informazione)

La strada sospesa attraversa un arcipelago di isole sull’Atlantico, con curve a strapiombo sull’Oceano. Percorrerla con il maltempo può però essere rischioso.

Una delle strade più belle del mondo è in Norvegia e si chiama: Atlantic Ocean Road. Costruita alla fine degli anni ottanta per collegare le città di Kristiansund e Molde, città della provincia di Møre og Romsdal, nella Norvegia dei fiordi, è oggi meta da sogno per i viaggiatori on the road.

Gli otto chilometri della Atlantic Ocean Road contano altrettanti ponti, alcuni dei quali veri e propri gioielli dell’architettura moderna, come ad esempio il Storseisundet Bridge.

Il ponte è famoso per creare una specie di illusione ottica per la quale la strada, ad un certo punto, termina direttamente nell’oceano: per questa sua caratteristica, è stato soprannominato dal Daily Mail “the road to nowhere”, ovvero la strada che non porta da nessuna parte.

Ma le attrazioni dell’Atlantic Ocean Road non si limitano alle pur spettacolari prerogative architettoniche, dato che la strada attraversa una porzione di mare aperto: nella stagione giusta, durante il passaggio in auto non è raro scorgere orche, balene e foche, che abitano abitualmente quel tratto di costa.

Il quotidiano inglese The Guardian nel 2006 la segnalò come miglior viaggio su strada da fare. La strada dei sogni è anche però pericolosa per chi l’attraversa durante i giorni di maltempo: le intemperie, infatti, la mettono a dura prova, così come le frequenti burrasche di vento e neve e le onde alte diversi metri.

Tuttavia sono molti i turisti che scelgono di viaggiare sulla Strada Atlantica in autunno proprio per provare le violente burrasche che la colpiscono.

Atlantic Ocean Road fu aperta al traffico nel luglio 1989 dopo sei anni di lavori. Oggi è considerata un itinerario turistico nazionale ed è stata riconosciuta come la costruzione norvegese del secolo.