Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Anas, Simonini: il mondo dei trasporti trasformato da tecnologia e innovazione

In una nota di Anas si legge che è ad Abu Dhabi il Congresso dell’Associazione mondiale della strada. L’Italia dedica il suo padiglione a Leonardo da Vinci. Presente l’Ad di Anas Massimo Simonini con una delegazione

Ogni quattro anni la Piarc, l’Associazione mondiale della strada, riunisce, in occasione del Congresso mondiale, ingegneri provenienti da tutte le parti del mondo. Quest’anno il convegno si tiene, fino al 10 ottobre, ad Abu Dhabi, la capitale degli Emirati Arabi Uniti.

L’Amministratore delegato di Anas, Massimo Simonini, in qualità di Presidente italiano Piarc ha partecipato alle attività del congresso e ha inaugurato il padiglione italiano, tagliando il nastro insieme all’ambasciatore italiano ad Abu Dhabi, Nicola Lener .

Nell’agenda del congresso sono previsti gli interventi di alcuni rappresentanti Anas sui temi focali discussi dalla comunità internazionale: Roberto Mastrangelo, responsabile Gestione Rete, Luigi Carrarini, responsabile Infrastruttura tecnologica e impianti, Anna Botti, Responsabile Contenzioso RC e Tutele Assicurative, Laurent Franciosi di Anas International Enterprise e Domenico Crocco, Responsabile Affari internazionali e Segretario generale nonché Primo delegato PIARC.

Nella delegazione Anas sono presenti anche Ilaria Coppa, Responsabile Pianificazione Trasportistica, Aggiornamento e Classificazione Rete, Enrico Mittiga, Responsabile Geotecnica e Gallerie, Mario Avagliano, Responsabile Relazioni esterne e comunicazioni di Anas. L’organizzazione e la realizzazione dello stand italiano è stata seguita da Leonardo Annese ,  Marina Gaita, Daniela Pastore e Saverio Palchetti.

L’Ad di Anas è intervenuto in due occasioni nella giornata di oggi. Alle 10,30 all’Open Stage Italy dove ha sottolineato l’impegno di Anas nella graduale trasformazione della rete stradale principale in Smart Road, considerandola l’ambiente ideale per l’avvento della guida autonoma di cui il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha autorizzato le prime sperimentazioni in Italia.

“Anas, che gestisce circa 30 mila km di rete stradale e autostradale pubblica – ha dichiarato Massimo Simonini -, ha risposto prontamente a questa importante sfida attraverso un programma del valore di un miliardo di euro che prevede la graduale digitalizzazione della rete autostradale e stradale di propria competenza. Il traguardo finale è dotare il Paese di una rete stradale efficiente e aperta alle nuove sfide del futuro, dall’alimentazione elettrica alla guida assistita ed autonoma”.

Simonini ha poi menzionato l’impegno all’estero di una delle società del Gruppo Anas, la  Anas International Enterprise, guidata da Guido Perosino, che opera in vari continenti e offre una gamma di servizi di ingegneria altamente qualificati nel campo delle infrastrutture stradali: “Forte dell’esperienza maturata dalla capogruppo Anas in otre 90 anni di attività, Anas International Enterprise, offre servizi che coprono l’intero ciclo vitale dell’infrastruttura stradale ponendosi in maniera competitiva sui mercati internazionali”.

In occasione delle celebrazioni per i 500 anni della sua morte, il Padiglione italiano organizzato da Piarc Italia omaggia Leonardo da Vinci, un genio che può essere considerato il padre degli ingegneri di tutto il mondo e che morì in Francia, il 2 maggio del 1519.

A Leonardo da Vinci è infatti dedicato un totem interattivo che potrà consentire ai visitatori di conoscere più da vicino la sua straordinaria figura: ingegnere, ma anche inventore, artista, scienziato, scultore, disegnatore, anatomista e tante altre cose.

Nel corso dell’inaugurazione del padiglione, Massimo Simonini collegandosi alla visione futurista del grande grande scienziato e artista del Cinquecento, ha ricordato l’attuale impegno dell’Italia nella realizzazione delle strade del futuro, che saranno sicure, monitorate, connesse e sostenibili. “È un momento storico – ha infatti dichiarato il Presidente italiano Piarc – in cui la tecnologia e l’innovazione stanno avendo un impatto dirompente sul mondo del trasporto. Sta a noi guidare questa evoluzione tecnologica al servizio dell’utente e della sicurezza”.

Tra gli altri temi trattati, il monitoraggio di ponti, viadotti e gallerie attraverso sensori di ultima generazione, la distrazione e i comportamenti errati dei conducenti come causa degli incidenti stradali nel 94% dei casi, l’auto a guida autonoma.

Nello stand Italia, Anas e Piarc Italia ospitano, insieme al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, imprese leader nell’innovazione e nella tecnologia come Aiscat (l’associazione dei concessionari autostradali italiani), Tecnositaf (società che si occupa di tecnologie per la sicurezza stradale ed il controllo del traffico), Site (società che realizza reti, infrastrutture ed impianti tecnologici), Willis Towers Watson (società internazionale nel campo assicurativo), SMA Road Safety (società produttrice di barriere stradali e terminali d’urto), Decardenas (società che si occupa di impianti di ventilazione per gallerie), Franchetti (società che si occupa di valutazione e riabilitazione delle strutture esistenti ed infrastrutture strategiche), Sinelec (che si occupa di sistemi per autostrade, ferrovie e logistica e di impianti per il rilevamento del traffico).

Share, , Google Plus, LinkedIn,