Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Uggé: “Tragedia di Genova vergogna politica, usata dai partiti per le loro battaglie”

Il Punto è il titolo della rubrica settimanale sul sito di Conftrasporto nel quale il vicepresidente Paolo Uggé riassume i fatti più importanti legati al settore, affrontando i problemi e proponendo possibili soluzioni (che molto spesso ai politici basterebbe seguire, invece di andare per la propria strada, per evitare di commettere clamorosi errori come spesso accaduto in passato).

Nel suo ultimo “Punto” Paolo Uggé ha deciso di tornare sul caso del crollo del cavalcavia Morandi a Genova esprimendo, probabilmente, quello che milioni d’italiani pensano: basta con le polemiche di bandiera che vedono gli interessi dei partiti avere la precedenza sulle esigenze dei cittadini,  liguri e genovesi in particolare, basta con attacchi e contrattacchi politici che suonano come una vergognosa offesa verso le vittime di quel crollo,  verso i loro familiari, nei confronti delle persone ferite nel fisico e nel morale dopo essere state private del bene al quale ogni famiglia si sente particolarmente toccata, come l’abitazione.

Basta con tutto questo (in particolar modo con le prese di posizione su chi debba realizzare il nuovo ponte e se procedere alla revoca della concessione o  sospenderla) per lasciare finalmente strada libera, scrive il vicepresidente di Conftrasporto,  “alla ricerca di soluzioni concrete e in poco tempo. Esistono i progetti e chi è in condizione di realizzarli? Non si comprende il senso delle discussioni e dei ritardi nell’avvio degli interventi.

Questo contribuisce a diffondere la convinzione che si voglia utilizzare una tragedia per una battaglia di natura politica. Tanto che il presidente di Confindustria ha affermato che la colpa, se il Ponte non sarà realizzato entro l’anno, è da attribuirsi al Governo. La Fai/Conftrasporto è presente  sulla vicenda di Genova a livello nazionale con il vice presidente vicario Gianni Satini, coadiuvato dal segretario generale Andrea Manfron.

Obiettivo essere il punto di riferimento per le Autorità e gli autotrasportatori”, conclude Paolo Uggé, “mentre il presidente di AssoArmatori,  Stefano Messina e di Federlogistica Luigi Merlo , esponenti di Conftrasporto entrambi genovesi, lo sono per le imprese di logistica e del mare”. Tutte persone pronte a fare, mentre altri sembrano aver voglia solo di parlare…