Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Tragedia ferroviaria: investimenti finanziari di FS all’estero inopportuni

Uggè

“Strumentalizzare la tragedia ferroviaria avvenuta a Milano tirando in ballo il ponte sullo Stretto di Messina mi sembra a dir poco fuori luogo. L’uscita del sindaco Giuseppe Sala che suggerisce di lasciar perdere i ponti sullo Stretto per guardare invece alla sicurezza è quantomeno infelice e sarebbe il caso, soprattutto dopo una tragedia come questa, di concentrare  ogni attenzione e sforzo sulla sicurezza e sull’efficienza”.

Ad affermarlo è il presidente di Conftrasporto e vice presidente di Confcommercio Paolo Uggè che intervenendo sulla tragedia ferroviaria di Pioltello, ha anche affermato che “invece di applaudire agli investimenti finanziari e alle acquisizioni da parte delle ferrovie di Stato di aziende di trasporto su gomma all’estero, sarebbe più sensato un invito a utilizzare le risorse pubbliche per investire in infrastrutture e per mettere in sicurezza la nostra rete ferroviaria”.