Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Torino vota no alla TAV

Via libera della Sala Rossa all’Odg della maggioranza pentastellata contrario alla realizzazione della Torino-Lione. Il provvedimento è passato con 23 voti a favore e due contrari. Al momento del voto non erano presenti in aula le opposizioni di centrosinistra espulsi dal presidente del Consiglio, Fabio Versaci, per aver esposto cartelli a favore dell’opera.

Tra gli espulsi anche l’ex sindaco di Torino, Piero Fassino. “Non mi era mai capitato: oggi mi è successo per una ragione nobile perché come tutte le persone di buon senso mi sono opposto al no alla TAV che non è certo una ferrovia locale” ha detto Fassino. Successivamente ai consiglieri era stato detto che potevano rientrare ma l’invito non è stato raccolto.

Prima l’Aula aveva espresso a maggioranza parere favorevole all’accorpamento degli emendamenti presentati dalle opposizioni, che poi erano stati respinti, sempre a maggioranza, da una successiva votazione.

“Bene la votazione del Consiglio comunale di Torino sul TAV! – ha commentato Luigi Di Maio in un tweet – Presto io e Danilo Toninelli incontreremo il sindaco Chiara Appendino per continuare a dare attuazione al contratto di Governo”.