Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Smart Tunnel: la tecnologia al servizio della sicurezza in galleria

Smart Tunnel

L’ATI Enelsole Srl si è aggiudicata l’appalto per il rifacimento degli impianti tecnologici delle gallerie dell’E45 da Orte a Cesena

Anas ha affidato l’appalto per gli interventi di ripristino degli impianti tecnologici in galleria lungo l’E45, da Orte a Cesena, per un valore complessivo di 40 milioni di euro all’ATI “Enelsole Srl”, società di Enel X in partnership con le imprese Carlini Signal Srl e Alpiq InTec Italia. Questi lavori rientrano nel piano di riqualificazione dell’itinerario E45-E55 Orte-Mestre avviato nel 2016 che prevede un investimento totale di 1,6 miliardi di euro per il risanamento della pavimentazione, l’ammodernamento delle barriere di sicurezza, il risanamento strutturale dei viadotti, l’adeguamento degli impianti tecnologici e altri importanti interventi per il miglioramento della sicurezza della circolazione.

L’affidamento è stato attivato con lo strumento dell’Accordo Quadro di durata triennale, che garantisce la possibilità di avviare i lavori con la massima tempestività nel momento in cui si manifesta il bisogno, senza dover espletare ogni volta una nuova gara di appalto.

Il progetto innovativo riguarda il concetto di ‘Smart Tunnel’, in cui sicurezza dell’automobilista è posta al centro, soprattutto in caso di emergenze e/o di incendi.  I lavori riguarderanno tutti gli impianti delle gallerie coinvolte: i sistemi antincendio, i sistemi di illuminazione LED con telecontrollo, i sistemi elettronici per il controllo della velocità, i pannelli a messaggio variabile (PMV) con tecnologia LED, la ventilazione, la videosorveglianza fino alla segnaletica in nome della sicurezza delle persone, dell’efficienza energetica e dell’innovazione tecnologica. Ci saranno anche telecamere per rilevare le emissioni e sistemi per gestire la comunicazione verso il centro di controllo remoto di Anas.

Le innovazioni tecnologiche applicate su strade e autostrade stanno dimostrando sempre di più il loro potenziale in termini di sicurezza e di “sostenibilità” ambientale ed economica. Un passo verso il futuro delle Smart Road.

Condividi, , Google Plus, LinkedIn,