Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Sireg Geotech al Geofluid 2018 con materiali compositi presenta il Nuovo sistema ITS

SIREG Geotech s.r.l. – dal 1936 realtà italiana di riferimento nel mercato globale delle infrastrutture e delle costruzioni civili, specializzata nei settori Geotecnica, Ingegneria Civile e Impianti Trattamento Acqua per cantieri – riconferma la sua presenza alla mostra internazionale GEOFLUID 2018 con i suoi prodotti altamente specializzati  per fondazioni speciali, realizzati direttamente presso la sede di Arcore in materiali termoplastici, termoindurenti e fibre composite di vetro e carbonio.

In occasione della 22a edizione della fiera, Sireg Geotech ha presentato per la prima volta in Italia agli operatori del settore l’esclusivo sistema ITS (Injection Tube System) ideato e realizzato grazie alla collaborazione tra Sireg Geotech, l’Università di Milano-Bicocca e lo studio di ingegneria Andrea Pettinaroli.

Il progetto è nato dall’esigenza di individuare i parametri di iniezione ideali per ottimizzare il consolidamento o l’impermeabilizzazione del suolo – come l’individuazione delle miscele appropriate, della pressione e del numero di iniezioni ideali – con la tecnica delle iniezioni ripetute e selettive (IRS) ma già a partire dalla fase di progettazione e senza dovere ricorrere ai ben più onerosi campi prova sul cantiere.

Il sistema ITS è infatti concepito per riprodurre in laboratorio le iniezioni attraverso i tubi valvolati Durvinil® – in scala 1:1 – e consentire l’osservazione e l’analisi dei cambiamenti del suolo prima, durante e dopo il trattamento.

Sireg Geotech – che investe storicamente in Ricerca e Sviluppo almeno il 5% del suo fatturato – collabora con Grandi gruppi industriali, Enti internazionali di ricerca e Università per individuare soluzioni sfidanti e sempre più sostenibili, oltre a rivolgere particolare attenzione al tema della sostenibilità dei processi e dei prodotti.

A differenza dei metalli, i prodotti sviluppati da Sireg Geotech in materiali compositi non congestionano il sottosuolo e non sono di ostacolo in caso di successive esigenze di scavo. Recentemente è stato brevettato e lanciato sul mercato il primo tubo BIO, un tubo da iniezione compostabile che con il tempo si trasforma in zucchero nel sottosuolo, evoluzione del classico tubo valvolato Sireg per iniezioni cementizie in ambito urbano.

Altre informazioni sul sito www.sireg.it.