Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Prezzi carburanti, Eni scende ancora. In forte calo le quotazioni in Mediterraneo

Proseguono i ribassi sulla rete carburanti italiana. Con le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo ancora indietro tutta, infatti, sabato Eni ha limato ulteriormente i prezzi raccomandati di benzina e diesel di 1 centesimo e Tamoil ha ridotto i due carburanti rispettivamente di 2 e di 1 cent.

Sul territorio si estende ulteriormente quindi la fase di discesa dei prezzi praticati. Nel dettaglio, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è pari a 1,597 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,593 a 1,621 euro/litro (no-logo a 1,585). Il prezzo medio praticato del diesel è a 1,522 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,517 a 1,545 euro/litro (no-logo a 1,509).

Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,730 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,709 a 1,822 euro/litro (no-logo a 1,632), mentre per il diesel la media è a 1,654 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie tra 1,653 a 1,733 euro/litro (no-logo a 1,554). Il Gpl, infine, va da 0,682 a 0,700 euro/litro (no-logo a 0,673).