Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

OMBA è in fase di liquidazione, ma spuntano due investitori interessati

Omba

Una luce in fondo al tunnel per i 120 dipendenti della OMBA che dai primi giorni di gennaio su trovano a rischio di licenziamento collettivo.

Ci sarebbero almeno due manifestazioni di interesse per l’acquisto dell’Azienda specializzata nel settore della carpenteria pesante per infrastrutture e grandi opere di trasporto e da fine dicembre 2017 in liquidazione a causa di mancati pagamenti da parte dei committenti e crediti non più esigibili, un buco da 30 milioni.

OMBA è un gioiello nel proprio settore capace di generare fatturati di 80 milioni di euro l’anno, come è avvenuto nel 2016. Tutt’ora l’Azienda ha ordini importanti e tutti i 120 dipendenti stanno lavorando.

In ogni modo il fattore tempo è determinante per l’apertura della procedura di licenziamento collettivo comunicata lo scorso 10 gennaio, e ci sono 75 giorni di tempo per trovare un accordo e salvare la OMBA prima che i licenziamenti diventino esecutivi. Si tratta di completare le nuove commesse ed evitare che si perda personale altamente qualificato.