Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Nuova sede operativa a Milano per Italferr, la Società d’ingegneria del Gruppo FS Italiane

I nuovi uffici del Capoluogo lombardo, dove sono seguiti i più importanti progetti di realizzazione delle opere infrastrutturali e ferroviarie nel Nord Italia, sono stati inaugurati oggi alla presenza di Claudia Maria Terzi Assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità Sostenibile Regione Lombardia e Giuseppe Sala Sindaco di Milano.

A fare gli onori di casa Renato Mazzoncini Amministratore Delegato e Direttore Generale Gruppo FS Italiane, Riccardo Maria Monti Presidente Italferr e Carlo Carganico Amministratore Delegato e Direttore Generale Italferr.

Italferr sta contribuendo in maniera significativa all’espansione internazionale del Gruppo FS Italiane, come previsto dal Piano industriale 2017-2026, grazie alle attività di progettazione, direzione lavori e alta sorveglianza in oltre 20 Paesi nel mondo”, ha evidenziato Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo FS Italiane. “Non dobbiamo però dimenticare il ruolo che la Società d’ingegneria ha anche in Italia, dove s i occupa di importanti progetti strategici ed infrastrutturali per il nostro Paese”, ha concluso Mazzoncini.

Il Nord Italia è il crocevia dei grandi Corridoi ferroviari europei”, ha sottolineato Carlo Carganico, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Italferr. “La sede Italferr di Milano sarà anche il punto di riferimento e di incontro per le attività di networking internazionali, all’interno di un ambiente moderno e accogliente, che riflette un forte orientamento all’innovazione quale asset qualificante della rinnovata mission della Società”, ha concluso Carganico.

Dalla sede di Milano Italferr segue attualmente, per Rete Ferroviaria Italiana, la progettazione e l’alta sorveglianza dei lavori di opere infrastrutturali in corso di realizzazione sui Core Corridor TEN-T (Trans European Network-Transport). Sul Corridoio Mediterraneo la società d’ingegneria di FS Italiane sta lavorando alla progettazione della tratta italiana della linea AV/AC Torino – Lione, delle linee AV/AC Brescia – Verona e Verona – Vicenza e del potenziamento infrastrutturale e tecnologico dei nodi di Brescia, Verona e Vicenza; sul Corridoio Reno-Alpi Italferr ha assunto la direzione lavori del Terzo Valico ed è impegnata nel potenziamento infrastrutturale e tecnologico del nodo di Genova; sul Corridoio Scandinavo-Mediterraneo Italferr segue la progettazione degli interventi prioritari per il quadruplicamento della  Fortezza – Verona, linea di accesso da Sud alla Galleria di base del Brennero.

Da Milano sono seguiti anche i progetti per migliorare i servizi ferroviari della Lombardia, fra cui il quadruplicamento della linea Milano Rogoredo – Pavia, il potenziamento infrastrutturale e tecnologico delle linee Gallarate – Rho e Ponte San Pietro – Bergamo – Montello, il collegamento ferroviario fra Bergamo e l’aeroporto Orio al Serio, il raddoppio della linea Codogno – Cremona – Mantova e, per il Veneto, i lavori per il collegamento ferroviario con l’aeroporto Marco Polo di Venezia.

Per quanto riguarda gli interventi di upgrading infrastrutturale, la sede Italferr di Milano attualmente coordina anche i lavori per il potenziamento tecnologico delle Direttrici Torino – Padova, Bologna – Piacenza, Bologna – Padova, Monza – Chiasso, Genova – Milano, Venezia Mestre – Venezia Santa Lucia e Venezia Mestre – Ronchi de’ Legionari, oltre ai nodi di Torino, Milano, Udine, Verona e Venezia, e il collegamento alla rete ferroviaria nazionale dei porti di Genova e Trieste.

Inoltre Italferr ha progettato e seguirà come direzione lavori l’installazione del sistema ERTMS fra Milano e Genova e sulla linea Torino – Villa Opicina. L’ERMTS è un evoluto sistema di sicurezza per il distanziamento dei treni che permette di gestire e controllare il traffico ferroviario lungo la rete e consente ai treni dei diversi Paesi di circolare senza soluzione di continuità su tutte le linee europee che ne sono dotate. Lo standard ERTMS è stato scelto dall’Unione Europea come linguaggio unico per il sistema ferroviario europeo, visti gli eccellenti risultati raggiunti per il sistema AV/AC Torino – Salerno e Torino – Milano – Brescia.