Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Infrastrutture: Astaldi punta alla Polonia

Il Gruppo Astaldi si è classificato primo nell’aggiudicazione della gara indetta dalla città di Varsavia per i lavori riguardanti l’ampliamento della linea 2 della metropolitana della capitale polacca. Il valore complessivo delle opere da realizzare di oltre 310 milioni di euro (di cui il 50 per cento in quota Astaldi).

L’offerta, presentata in raggruppamento di imprese con la società Gulermak prevede la progettazione e la costruzione della tratta 3 ovest della linea 2. I lavori dovrebbero durare quattro anni. L’aggiudicazione e la conseguente firma del contratto avverranno una volta effettuate le procedure di legge. Con questo nuovo progetto, diventano tre i lotti della Metropolitana di Varsavia affidati alla Astaldi.

Il primo lotto, completato nel 2015, ha riguardato la tratta Rondo Daszynskiego-Dworzec Wilenski (6 chilometri di linea e 7 stazioni sotterranee), realizzata in raggruppamento di imprese con la stessa Gulermak e la società polacca Pbdim.

Il secondo lotto, attualmente in fase di esecuzione, prevede la realizzazione di tre chilometri di galleria scavati con TBM (Tunnel Boring Machine) e 3 stazioni sotterranee, inclusi gli impianti civili e ferroviari e l’armamento, lungo la tratta Dworzec Wilenski-Stazione C18.

Negli ultimi anni, la Polonia è diventata un Paese di grande espansione infrastrutturale, che ha visto più volte protagonista il Gruppo Astaldi, che punta a consolidare nel mercato polacco un ruolo di player di riferimento, in particolare nel settore delle infrastrutture di trasporto.

Il Gruppo Astaldi è presente da circa 10 anni in Polonia, dove oggi gestisce un portafoglio di progetti di oltre 800 milioni di euro relativi, tra l’altro, a un lotto della strada a scorrimento veloce S-7 nei pressi di Cracovia (per un totale di 3 chilometri con oltre 2 chilometri di tunnel), alla Circonvallazione Sud di Varsavia, a ulteriori tre sezioni di tratte stradali (riferite alla S-8 e alla S-5, per un totale di circa 40 chilometri di autostrada), nonché a due importanti lotti di ammodernamento delle linee ferroviarie E-59 e LK-7 per oltre 100 chilometri complessivi e agli Impianti Waste-to-Energy di Rzeszow e Danzica (la cui realizzazione segue quello di Bydgoszcz-Torun, completato a fine 2015).

Tra le opere di più recente realizzazione, segnaliamo anche la bellissima stazione di Lodz-Fabryczna, con sviluppo in sotterraneo.