Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Dalla Giunta: Bressanone, via libera alla bretella sud

Bressanone

Costruzioni – Via libera alla nuova bretella sud di Bressanone: garantirà un migliore collegamento tra la statale del Brennero e le strade per Milland, Albes e Sant’Andrea.

Sgravare viale Mozart del traffico di transito, collegare direttamente le frazioni di Milland e Sant’ Andrea alla statale del Brennero, ridurre il percorso per raggiungere la Plose: la nuova bretella sud di Bressanone, che verrà realizzata all’altezza della zona industriale, consentirà di abbattere il traffico di transito per il centro abitato, migliorando di conseguenza la qualità di vita dei residenti.

Ieri (23 gennaio) la Giunta provinciale ha dato il via libera alle caratteristiche tecniche dell’opera approvando la delibera presentata dall’assessore Florian Mussner, il quale sottolinea che “la nuova bretella sud rappresenta un pilastro fondamentale per tutto il piano del traffico riguardante l’area urbana della città vescovile.

Dopo il completamento della circonvallazione ovest e di quella per Sant’Andrea, e dopo il via ai lavori per lo svincolo di Bressanone centro, un altro progetto stradale di grande importanza è ai nastri di partenza: l’obiettivo è quello di sgravare i centri abitati della zona dal traffico di transito, ridurre i tempi di percorrenza e migliorare la qualità di vita dei residenti”.

Entrando nei dettagli dell’opera, è prevista la realizzazione di una nuova arteria di collegamento tra via Durst e le strade provinciali 28 (Milland-Albes) e 29 (Sant’Andrea-Eores) che si allaccerà direttamente alla strada statale del Brennero, in programma anche la costruzione di un nuovo ponte stradale pedo-ciclabile.

Per il tratto di strada interessato, lungo 1,3 km, è previsto un investimento che si avvicina ai 10 milioni di euro, con il comune di Bressanone che parteciperà ai costi con un contributo di 1 milione. A proposito del Comune di Bressanone, in primavera si concluderà il concorso di idee per migliorare il collegamento tra Sant’Andrea e la Plose e, una volta emerso il progetto vincitore, Provincia di Bolzano e amministrazione municipale lavoreranno a stretto contatto per concordare e coordinare le due opere.