Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Confindustria-Bdi: «La Ue non è perfetta ma è cruciale per cittadini e imprese»

«L’Unione europea è lungi dall’essere perfetta ma il progetto europeo è assolutamente cruciale per i cittadini e le imprese in Italia e in Germania, così come in altri Paesi».

Lo indicano Confindustria e Bdi, l’associazione industriale tedesca, nel documento congiunto «La visione sul futuro dell’Europa», siglato al termine dell’«Durante la crisi economica dell’ultimo decennio e il conseguente rallentamento economico sono stati commessi molti errori nelle politiche nazionali ed europee», riconoscono le associazioni imprenditoriali, ma proprio per questo contesto difficile, anche per le pressioni migratorie in cui l’Ue «ancora fatica a reagire con una politica estera di sicurezza e di difesa coerente», «è di primaria importanza rendere l’Unione europea più forte sulla scena globale, rafforzandone l’autonomia strategica in ambiti quali difesa, approvvigionamento energetico e nuove tecnologie».

«Le sfide non sono tra Paesi d’Europa, ma tra Europa e mondo esterno», ha detto Boccia. «Vorremmo recuperare quello spirito che in Europa avevamo nel dopoguerra e tornare a quell’idea di comunità. La volontà di una maggiore integrazione c’è e c’è anche la consapevolezza che il sistema industriale europeo è molto più integrato di quanto si percepisca», afferma Boccia.