Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Buon mercato per l’auto in Europa nel 2017

In tutto il 2017 in Europa sono stati immatricolati esattamente 15.631.687 veicoli. Lo ha rilevato l’ACEA che ha elaborato i dati di mercato di dicembre che chiudono l’anno. Si tratta di un dato positivo, il quarto consecutivo, che fa ben sperare per il 2018. Anche se gli osservatori del settore continuano ad essere cauti.

“Ad un primo trimestre in aumento dell’8,2% ha fatto seguito un rallentamento della crescita nel periodo aprile-giugno, che ha quasi dimezzato l’incremento del mercato nel primo semestre (+4,6%), mentre terzo e quarto trimestre hanno chiuso rispettivamente a +1,3% e +2,3%”, commenta per esempio Aurelio Nervo, Presidente di ANFIA (che raccoglie le industrie dell’auto italiane). Nervo quindi prosegue commentando che “anche i cinque maggiori mercati europei, che hanno pesato per il 72,9% del totale immatricolato nell’anno, hanno concluso positivamente il 2017, con la sola eccezione del Regno Unito, per la prima volta in calo (-5,7%) dopo 6 anni”.

Mentre Romano Valente (Direttore Generale dell’Unrae, l’associazione delle case automobilistiche estere), sottolinea che per l’Italia “resta irrisolto il problema di un parco circolante anziano (10,7 anni), la cui componente ante Euro 3 (il 25,3% del totale), quindi con oltre 17 anni di vita, influenza in modo determinante la capacità di raggiungere gli obiettivi di emissioni”. Da qui secondo Unrae la necessità di “interventi incisivi da parte delle amministrazioni locali e nazionali affinché, nel principio della neutralità tecnologica, possano raggiungersi gli obiettivi ambientali stabiliti a livello europeo”.

I numeri principali in Europa

Sempre ANFIA fa comunque notare che la crescita maggiore è quella dell’Italia (+7,9%) seguita dalla Spagna (+7,7%), dalla Francia (+4,7%) e dalla Germania (+2,7%), mentre a dicembre tutti questi Paesi presentano il segno meno ad eccezione della Spagna (+6,2%), principalmente per il fatto che, in UE, dicembre 2017 ha contato un giorno lavorativo in meno rispetto a dicembre 2016.

Guardando poi al dettaglio dei veicoli. ACEA ed ANFIA rilevano “la progressiva contrazione delle vendite di auto diesel in diversi mercati europei: -17% in UK, -13% in Germania, -9% in Spagna e -5% in Francia”; ma non in Italia, “dove il mercato diesel registra un aumento del 7%”.

Il dettaglio dell’Italia

Nel nostro Paese, le immatricolazioni totalizzate a dicembre si attestano a 121.100 unità (-3,2%). Nell’intero 2017, le immatricolazioni complessive ammontano a 1.970.497, con un incremento del 7,9% rispetto ai volumi del 2016.