Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Autostrade, la Commissione Europea ha deciso: gare all’80% del valore per concessionarie beneficiarie di proroga

È stata accolta con favore da Ance la decisione in tema di autostrade della Commissione Europea, che ha imposto gare di lavori all’80% del valore per le concessionarie beneficiarie di proroga (Aspi e Satap A4). “Il richiamo della Commissione Ue di evitare distorsioni della concorrenza bandendo le gare a valle per concessionarie che non abbiano fatto gare a monte” ha dichiarato il presidente Gabriele Buia “va nella direzione più volte indicata dall’Ance per tutelare la concorrenza e il mercato ed evitare monopoli. Ma dirlo non basta! Va fatto rispettare con controlli e norme prescrittive, cosa che non è mai stata fatta in passato”.

L’Ance si era battuta nei mesi scorsi, con esiti negativi, per mantenere all’80% la norma del Codice appalti che sarebbe dovuta entrare in vigore il 18 aprile 2018, e che invece è stata mantenuta al vecchio 60% con un emendamento inserito in legge di bilancio dietro pressioni dei sindacati dell’edilizia, preoccupati per la riduzione dei posti di lavoro.

Sulla proroga di quattro anni delle concessioni si sono invece espressi in termini sfavorevoli i Verdi europei: “Anche l’Europa si arrende alla logica delle proroghe delle concessioni autostradali invocata dall’Italia”, ha dichiarato la co-presidente Monica Fassoni dopo l’ok dell’Antitrust UE, parlando di una “scelta tutta politica, completamente sbagliata”, che darebbe continuità alla logica degli ultimi 30 anni, secondo cui vengono privilegiate le proroghe alla concorrenza.

Share, , Google Plus, LinkedIn,