Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Allargare relazioni con Russia: allo Spief top manager Italia

Il gas come fonte di transizione energetica e di opportunità per lo sviluppo economico, nonché per accrescere la sicurezza energetica, è al centro del primo dibattito che vede protagonista l’Italia alla 22esima edizione del Forum economico di San Pietroburgo. A discuterne infatti è l’ad di Snam, Marco Alverà, in un panel insieme al numero uno di Gazprom, Alexey Miller, e al presidente di Omv Rainer Seele.

Nel pomeriggio al Forum anche la sindaca 5 Stelle di Torino, Chiara Appendino, in un dibattito sui nuovi livelli di sviluppo urbano. Ma il clou della giornata è una vera e propria sessione bilaterale Russia-Italia che vede come ospiti di nuovo Alverà con Gianni Vittorio Armani ceo di Anas, Alessandro Decio di Sace, Paolo

Clerici ceo di Coeclerici, il presidente di Maire Tecnimont, Fabrizio Di Damato, Philippe Donnet, numero uno di Generali, l’ad e vicepresidente esecutivo di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, Antonio Fallico, presidente dell’associazione Conoscere Eurasia e presidente di Banca Intesa Russia con l’ambasciatore italiano in Russia, Pasquale Terracciano.

Per la Russia il vicepresidente di  Rosneft, Pavel Fedorov e il presidente della compagnia statale delle autostrade, Sergei Kelbakh. Al centro del dibattito le opportunità per allargare la cooperazione economia e commerciale tra i due paesi che non ha ancora dispiegato le sue potenzialità.

Domani invece atteso al Forum il numero uno di Eni, Claudio Descalzi che avrà diversi impegni tra cui anche un possibile incontro con il presidente Russo, Vladimir Putin e il numero uno di Enel, Francesco Starace,  che parlerà di digitalizzazione dei sistemi energetici.