Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Aggiudicazioni, cantieri stradali per 182 milioni al via a Trento e sulla E45 Orte-Ravenna

E45

Si ringrazia lo Staff di www.corrierecesenate.it per l’immagine pubblicata.

Come riporta Edilizia e Territorio, vengono presentate le opere stradali protagoniste delle aggiudicazioni della settimana.

Ai nastri di partenza tre cantieri sulla E45 Orte-Ravenna e a Trento per 182 milioni. L’Anas ha assegnato l’accordo quadro triennale da 100 milioni, diviso in cinque lotti, per l’esecuzione dei lavori di manutenzione straordinaria del corpo stradale della E45. Il lotto 1 Umbria SS 675 e SS 3bis fino al km 35+700 (15 milioni) e il lotto 2 SS 3bis dal km 35+700 al km 133+755 sono andati alle Ati guidate da Spinelli e Mannocchi di Perugia.

I lotti 3 Toscana e 4 Emilia Romagna SS 3bis dal km 162+698 al km 194+000, entrambi da 15 milioni, sono stati assegnati all’Ati Steelconcrete Consorzio Stabile di Verona mentre il lotto 5 Emilia Romagna SS 3bis, dal km 194+000 al km 228+000 (valore 25 milioni), lo ha vinto la Società Cooperativa Braccianti Riminese.

Sempre sulla Orte-Ravenna, l’Anas ha inoltre appaltato nel tratto San Giustino-Canili (Arezzo) i lavori relativi al rifacimento degli appoggi, ripristino delle testate di soletta nonché dei giunti di dilatazione del viadotto Tevere IV compreso tra il km 160+350 e 161+905 in entrambe le carreggiate. Al bando da 24,8 milioni hanno partecipato 11 concorrenti. L’opera è stata assegnata a Fip industriale di Padova per un prezzo di 15,5 milioni.

La Provincia autonoma di Trento ha aggiudicato al Consorzio stabile S.a.c. di Torrecuso i lavori di realizzazione del collegamento stradale passo San Giovanni-Località Cretaccio, congiuntamente al trasferimento in proprietà di immobili. L’Unità funzionale UF2 «Galleria» è costituita dalla galleria di Nago, dall’intersezione al passo San Giovanni e dal collegamento stradale con la SS 240 dir alla Maza.

Essa è stata suddivisa in appalti sequenziali: comprende le opere stradali esterne (in terra, strutturali, idrauliche), le opere in sotterraneo (in terra, strutturali e idrauliche), le opere provvisionali, le predisposizioni impiantistiche in galleria, le opere esterne e interne funzionali e accessorie.
L’associazione temporanea di imprese aggiudicataria ha presentato un ribasso percentuale sull’importo di esecuzione lavori pari al 12,049% ed un prezzo per l’acquisto dei tre immobili di 6,2 milioni, per un differenziale di prezzo per l’esecuzione del contratto pari a 60.780.608 euro.