Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Vigevano-Malpensa: opera necessaria ma senza stralci

“Il collegamento stradale da Vigevano-Magenta verso la Malpensa deve essere realizzato nella sua totalità, senza stralci o ripensamenti. In caso contrario, nell’ipotesi di un anticipo della costruzione del tratto fra Vigevano e Abbiategrasso, i problemi per i Comuni dell’asse fino a Magenta diventerebbero ancora più gravi, ad iniziare dall’abitato di Robecco e dalla congestione del traffico senza la variante di Ponte Nuovo”.

Luca Del Gobbo, assessore regionale all’Università, Ricerca e Open Innovation, già sindaco di Magenta dal 2002 al 2012, non arretra di un passo sul progetto di collegamento viabilistico Vigevano-Malpensa che coinvolge, fra gli altri, i centri abitati di Abbiategrasso, Robecco sul Naviglio e Magenta, fino a collegarsi alla bretella per l’Hub aeroportuale realizzata negli anni scorsi.

Non esiste alternativa. “Al di la degli importanti aspetti finanziari e al rischio di perdere fondi già previsti e stanziati – spiega Del Gobbo – non esiste alternativa logica e razionale alla realizzazione della strada nella sua interezza”. Lo stralcio del progetto, ad esempio, fino ad Abbiategrasso, infatti, sarebbe “un pugno nello stomaco” per i centri di Robecco e Magenta, che avrebbero un carico di traffico senza precedenti, ma su viabilità non potenziata. “Questo non avrebbe senso”.

“L’opera, costruita nella sua totalità, secondo Del Gobbo, è fondamentale “per alleggerire il traffico da Robecco sul Naviglio e per la variante di Pontenuovo di Magenta che porterebbe notevoli vantaggi ambientali e viabilistici per il territorio e la popolazione”.

Il tutto, in un contesto di rispetto ambientale “che – ha concluso – abbiamo già dimostrato essere possibile nell’ambito della costruzione di infrastrutture precedenti e di un adeguamento del trasporto pubblico locale per il collegamento fra i paesi della zona”.