Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Usa per mille volte la tangenziale di Napoli e non paga il pedaggio

Tangenziale di Napoli

C’è chi si crede più furbo. Chi pensa che le regole siano per gli altri. Ma non sempre è così. Esemplare condanna per un automobilista che con la sua Mercedes usava la tangenziale di Napoli senza pagare i pedaggi. Non lo ha fatto una sola volta. Ma ben mille.

Ora, però, è stato condannato a nove mesi di reclusione per il reato di insolvenza fraudolenta e continuata, al risarcimento del danno ed al rimborso dei pedaggi, delle spese legali.

La pena prevede anche il risarcimento del danno, il pagamento dei pedaggi e la confisca del veicolo.

Il giudice monocratico del Tribunale di Napoli (3° sez. penale) su querela  presentata dalla Società Tangenziale di Napoli S.p.A. con sentenza numero 9425 del 26 settembre 2017 l’ha condannato per il reato di “Insolvenza fraudolenta e continuata”. L’esemplare condanna è stata inflitta ad un signore G. T. che, alla guida della sua Mercedes, transitando sulla rete autostradale utilizzava con frequenza (1000 passaggi nell’arco di alcuni mesi) le piste dedicate al servizio automatico Telepass, senza essere fornito del relativo dispositivo di pagamento, cercando di eludere in questo modo i sistemi di pagamento in funzione sull’autostrada. “La magistratura, sempre più spesso e con rapidità sanziona, come dovuto, il comportamento illecito di chi tenta di non pagare il pedaggio autostradale quando dovuto – commenta la Società Autostrade – condotta scellerata che comporta gravi conseguenze a chi si rende responsabile di tale illecito, che come ribadito dalla Magistratura rappresenta un vero e proprio reato penale”.

Al moroso “cronico”, i cui ripetuti illeciti sono stati accertati grazie al sistema di immediata ripresa delle fotocamere poste al servizio delle piste di accesso sia di giorno che di notte, è stata anche confiscata l’autovettura ai sensi dell’art. 240 c.p..