Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Trieste e Duisburg navigano insieme sulla Via della Seta

Da Trieste alla Cina passando attraverso la Germania. Nei giorni scorsi il porto di Trieste e quello di Duisburg hanno sottoscritto un accordo di collaborazione strategica.

In questo modo, spiega un comunicato stampa, “lo scalo giuliano e il porto situato alla confluenza di due delle maggiori vie navigabili d’Europa, il Reno e la Ruhr, uniscono le loro forze: il traffico merci via ferro tra le due città portuali potrà essere aumentato e i centri di logistica pianificati e predisposti secondo un progetto comune”. L’accordo è stato siglato da Zeno D’Agostino, presidente dell’Autorità di sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale e da Erich Staake, presidente di Duisport.

Duisburg è il più grande hub internazionale in Europa. Da anni funziona come piattaforma logistica distributiva per le maggiori realtà industriali internazionali dal momento che rappresenta uno snodo intermodale con connessioni, fluviali e ferroviarie, verso tutto il continente, dal mar Baltico al Mediterraneo, nonché alla Cina.

“L’accordo”, spiega la nota dell’Autorità portuale, “si pone di finalizzare alcuni obiettivi strategici per entrambe le parti. Duisburg potrà trovare uno sbocco trasportistico e logistico sul Mediterraneo e così posizionarsi sul corridoio Europa – Turchia/Iran. Per Trieste un punto fondamentale sarà la possibilità di promuovere a livello internazionale il sistema logistico facente capo allo scalo giuliano, e sviluppare aree logistiche intermodali ed aree logistico – industriali in Punto franco con il supporto tecnico e finanziario di uno dei massimi esperti mondiali del settore.

Grazie alla collaborazione comune i due porti intendono inoltre rafforzare la loro unione nell’iniziativa della Via della Seta cinese”. Sono quasi 25 i treni merci che settimanalmente uniscono Duisburg alla Cina settentrionale, mentre Trieste è collegata alla Via della Seta marittima, dalla Cina meridionale, attraverso il Canale di Suez, fino al Mediterraneo.

“Il porto di Duisburg è uno dei migliori esempi globali di sviluppo di piattaforma logistica integrata con i porti del Nord Europa ed è da considerarsi oggi il terminale europeo della Belt and Road Initiative, essendo strategicamente collocato su entrambi i tracciati terrestre e marittimo”, ha detto Zeno D’Agostino che ha definito la parnership siglata “vincente per entrambi i porti”.

Grazie a questa partnership, il “trasporto di merci di duisport da e verso Grecia e Turchia aumenterà”, ha detto Erich Staake, “in quanto tali paesi preferiscono procedere ad una movimentazione della loro merce verso l’Europa centrale e del Nord passando per il porto di Trieste.

Inoltre Trieste ottiene attraverso duisport l’accesso alla Via della Seta settentrionale e il porto di Duisburg un collegamento alla Via della Seta marittima mediante Trieste. Questo aumenterà il traffico di merci in entrambi i porti”.