Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Salini Impregilo: conclusi scavi in Austria della Galleria di base del Brennero

Salini Impregilo annuncia che oggi è stato abbattuto l’ultimo diaframma del lotto Tulfes-Pfons della Galleria di base del Brennero, realizzato in Austria dal gruppo in raggruppamento con Strabag.

La Galleria, il collegamento sotterraneo più lungo al mondo con i suoi 64 chilometri totali, rappresenta l’elemento centrale della nuova linea ferroviaria che unirà Monaco di Baviera a Verona, un’opera all’avanguardia che migliorerà le possibilità di trasporto nel cuore dell’Europa.

Il lotto ‘Tulfes-Pfons’ è localizzato ad Innsbruck nella parte Nord della Galleria ed è caratterizzato principalmente dallo scavo di 38 Km di galleria, di cui 15 realizzati con scavo meccanizzato (TBM) ed i restanti 23 con avanzamento in tradizionale (NATM), metodo che prevede l’ultimazione degli scavi e, a seguire, la realizzazione dei rivestimenti definitivi.

Il progetto consiste nell’esecuzione delle opere civili in sotterraneo per un tratto del cunicolo esplorativo, per il cunicolo di soccorso della circonvallazione di Innsbruck e per due gallerie di interconnessione.

Entro la primavera del 2019 sarà completato anche lo scavo meccanizzato del cunicolo esplorativo di 15 km, situato tra l’interconnessione di Ahrental ed il Comune di Pfons. Oltre al lotto Tulfes Pfons, del valore di circa 380 milioni di euro, il gruppo Salini Impregilo è impegnato anche nei lavori del lotto in territorio italiano del sotto-attraversamento del fiume Isarco da circa 300 milioni di euro.

La Galleria di Base del Brennero è la parte centrale del corridoio Scandinavo-Mediterraneo. L’opera servirà sia per il trasporto merci, favorendo lo spostamento del traffico pesante dalla strada alla rotaia, che per il trasporto passeggeri.