Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

La sicurezza sta anche negli pneumatici

Tra aprile e giugno, la Polizia Stradale in collaborazione con Assogomma e Federpneus ha effettuato controlli in Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Sicilia, Sardegna, Calabria e Puglia su 12.910 veicoli, in relazione agli equipaggiamenti e agli pneumatici invernali.

A tal proposito sono usciti risultati interessanti e per certi versi poco consolanti, in particolare sulla mancanza delle conformità: dallo 0,42% della Carta di Circolazione, agli pneumatici non omologati per l’1,62%, al 3,25% di pneumatici danneggiati, salendo al 5,17% su vetture che circolano su gomme lisce. Senza contare che il 3,34% delle auto fermate era priva della revisione prevista dalla legge.

Di fatto, quasi il 20% dei veicoli aveva qualcosa che non andava, il 15,26% in totale riguarda gli pneumatici. In Italia circolano circa 37 milioni di veicoli e se il dato fosse comparato a questo ci sarebbero 3 milioni di veicoli con equipaggiamento non conforme.

Inoltre, su 12.910 autovetture controllate nel periodo successivo all’obbligo delle specifiche invernali ben 4.821 erano equipaggiate con pneumatici M+S, ovvero il 37,34% del campione di cui 24,08% solo M+S e il 13,26% M+S con pittogramma alpino e 1.024 presentavano un equipaggiamento non omogeneo, una percentuale del 7,93%.

Basandosi su queste informazioni e ricordando che gli pneumatici idonei alla marcia sulla neve sono contrassegnati da una marcatura (M+S; MS; M-S; M&S) e devono avere caratteristiche corrispondenti a quelle indicate nella carta di circolazione del veicolo e che l’uso degli pneumatici da neve o di quelli chiodati (nei limiti delle prescrizioni formulate dal prefetto) fa venir meno l’obbligo di montare le catene, ma solo nel periodo indicato e in cui vige l’obbligo, avremmo circa 14 milioni di veicoli con pneumatici invernali M+S circolanti in un altro periodo dell’anno e nel quale dovrebbero essere montate gomme di tipologia standard, nonché adatte ai mesi estivi.

Un’analisi importante ed essenziale all’interno di un panorama automobilistico, certamente migliorabile, nel quale le gomme devono essere per marca, misura, caratteristiche e per tipologia sempre adeguate alla regolamentazione indicata. Tenendo presente che sono l’unico contattato fra il veicolo e il terreno e quindi devono essere la cosa più sicura.