Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

In Italia ci sono quattro milioni di posti in cerca di lavoratori

Quattro milioni. Di posti di lavoro che restano scoperti in Italia perché non ci sono le persone in grado di occuparli. Lo spiega in un’intervista alla Stampa Davide Dattoli, 26 anni, fondatore di Talent Garden, la rete di co-working più grande in Europa. Tag è fatta di 18 campus sparsi in sei Paesi e coinvolgono 150 aziende. Sono veri e propri incubatori di idee e, per l’appunto, di talenti.

La velocità del cambiamento è fra le cause della mancanza di persone per i ruoli. “Una volta studiavi Legge e pensavi di avere lo stesso lavoro tutta la vita. Ora devi accettare di rinnovarti quattro o cinque volte. I mestieri digitali cambiano ogni dieci anni. Poco tempo fa tutti cercavano esperti per i social media, ci sono state opportunità per migliaia di persone, ma in futuro sarà diverso. Il pubblico farà da solo. E loro dovranno riciclarsi”.

Quali le offerte senza risposta?  “Sono diversificate, ce ne sono anche nei settori tradizionali. Vedo richiedere sviluppatori di software, esperti di marketing digitale, di e-commerce e user experience, di design digitale. Sono profili ricercati. Ce ne chiedono a decine. Ma non ci sono”. Tutti a giurisprudenza?  “Il 75% dei giovani neolaureati in Legge è ancora disoccupato. In Italia sono 13 mila”.

Share, , Google Plus, LinkedIn,