Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Gruppo FS italiane: i mercati internazionali

FS Italiane SpA

Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, uno tra i grandi player internazionali dell’ingegneria, delle infrastrutture e dei trasporti, opera in oltre 60 Paesi nei cinque continenti, dove genera ricavi per oltre un miliardo di euro.

L’espansione internazionale è uno dei cinque pilastri del Piano industriale 2017-2026 di FS Italiane, che prevede la crescita dei ricavi delle operazioni all’estero dal 13% attuale al 23% nel 2026, fino a raggiungere i 4,2 miliardi di euro.

Attraverso le società del Gruppo, FS Italiane controlla sub holding e società nel Regno Unito, in Francia, in Germania, in Grecia, in Olanda e in Serbia e ha filiali nell’Europa dell’Est, Medio Oriente, Africa, Sud America e India.

EUROPA

Germania. Il Gruppo FS Italiane controlla la sub holding Netinera Deutschland, secondo operatore nel mercato tedesco (6%), che offre, nel Tpl, servizi passeggeri su ferro e gomma (circa 3.000 dipendenti, 360 treni, 790 bus e un fatturato, nel 2016, di oltre 600 milioni di euro).

Nel trasporto merci il Gruppo FS Italiane è presente con TX Logistik, primo operatore privato tedesco, di cui Mercitalia Logistics detiene l’intero pacchetto azionario. La società (fatturato nel 2016 di 240 milioni di euro e circa 500 dipendenti) concentra la propria attività lungo l’asse Sud-Nord dall’Italia alla Svezia.

Francia. Thello, società controllata al 100% da Trenitalia, svolge servizi passeggeri notturni Parigi – Milano – Venezia e collegamenti diurni da Milano a Nizza e Marsiglia.

Nel trasporto merci Mercitalia Rail, in partnership con Europorte (Gruppo Eurotunnel), svolge servizi tra la Francia e l’Italia.

Per il nuovo collegamento internazionale Torino – Lione, prosegue la collaborazione di Italferr con TELT (Tunnel Euralpin Lyon Turin), detenuta al 50% da FS Italiane, per le attività di revisione della progettazione preliminare e definitiva (esercizio, manutenzione e impianti).

Grecia. Il Gruppo FS Italiane, nel settembre 2017, ha acquisito Trainose, società di trasporto ferroviario passeggeri e merci. In Grecia sono, inoltre, in corso attività di certificazione di linee ferroviarie da parte di Italcertifer, primaria società di certificazione del Gruppo specializzata nel settore ferroviario.

Gran Bretagna. È stata costituita nel dicembre 2016 Trenitalia UK. La società di diritto inglese con sede a Londra, controllata al 100% da Trenitalia, ha acquisito nel gennaio 2017 la società NXET (National Express Essex Thameside), gestore del franchise c2c (City to Coast) per i collegamenti tra la città di Londra e Shoeburyness, sulla costa orientale nella regione del South Essex. Trenitalia UK ha inoltre presentato una manifestazione di interesse per il franchise dell’East Midlands attraverso la nuova joint venture First Trenitalia East Midlands Rail Limited, partecipata al 70% da First e al 30% da Trenitalia UK. La gestione del franchise nell’East Midlands inizierà nel 2018 e prevede forti miglioramenti sul fronte dell’infrastruttura. Le principali tratte sono London – Derby – Sheffield, London – Nottingham, London – Corby, Liverpool – Sheffield – Nottingham – Norwich, cui si aggiungono i servizi regionali. Prevede inoltre lo sviluppo e l’introduzione dei nuovi servizi alta velocità (High Speed 2, da Londra a Birmingham, dal 2026). First Trenitalia West Coast Rail Limited, la partnership tra FirstGroup e Trenitalia UK, è invece finalista nella competizione per il franchise ferroviario della West Coast inglese.

Olanda. FS Italiane, tramite la propria controllata Busitalia, ha acquisito nell’agosto 2017, da Nederlandse Spoorwegen (NS, Ferrovie olandesi), la piena proprietà di Qbuzz, terzo operatore di trasporto pubblico locale in Olanda (aree Utrecht e Groningen-Drenthe).

Polonia. Dal 1995 FS Italiane è presente in Polonia attraverso la società di spedizioni ferroviarie merci Pol-Rail, partecipata al 50% da Trenitalia e da PKP Cargo (Polskie Koleje Państwowe). Dal 1996, Pol-Rail opera anche in Romania attraverso la società controllata Rom-Rail. Inoltre, Italcertifer ha stipulato contratti per la certificazione di parte dell’infrastruttura polacca e di treni prodotti localmente destinati al mercato italiano.

Austria. Il Gruppo è attivo anche in Austria nel progetto della Galleria di base del Brennero, per il quale Italferr garantisce servizi connessi alla direzione lavori e al Project management consulting. Inoltre Italcertifer procede con le verifiche e certificazioni relative all’interoperabilità e alla sicurezza.

Svizzera. Italferr ha sviluppato in Svizzera, per conto delle Ferrovie Federali Svizzere, la progettazione di un impianto tecnologico innovativo (sottostazione elettrica e cabina TE) in prossimità della stazione di Chiasso, finalizzato alla separazione e alla gestione delle infrastrutture elettriche.

EUROPA BALCANICA

I Balcani vedono una forte presenza di Italferr, società di ingegneria del Gruppo FS Italiane. In Serbia Italferr controlla (100%) la società IES doo che svolge attività di ingegneria anche in Albania e Bosnia Erzegovina.

FS Italiane, in qualità di coordinatore di un raggruppamento di imprese italiane che include Italferr e Italcertifer, sta conducendo trattative con la società serba di infrastrutture ferroviarie per la riabilitazione di linee ferroviarie prioritarie per il Paese.

Italferr opera in Croazia, Bulgaria e Romania, realizzando studi di fattibilità e di progettazione nell’ambito dei Core corridors europei TEN–T.

PAESI SCANDINAVI

Il Gruppo FS Italiane guarda con interesse anche ai Paesi scandinavi, con particolare riferimento agli ambiziosi piani di sviluppo infrastrutturale previsti in Svezia e Norvegia. In Norvegia Italferr, dopo aver concluso nel giugno 2017 l’attività di verifica indipendente della linea ferroviaria Follo Line (22,5 km) tra Oslo e Ski, sta fornendo assistenza tecnica per i progetti di upgrading tecnologico del sistema di segnalamento esistente sulla rete ferroviaria norvegese e nell’implementazione dei sistemi di segnalamento ERTMS.

RUSSIA

FS Italiane ha firmato un Memorandum of Understanding (MoU) con le Ferrovie russe, Rossiyskie Zheleznye Dorogi (RZD), che prevede lo sviluppo comune di progetti per la costruzione e modernizzazione della infrastruttura ferroviaria. L’intesa prevede anche la collaborazione per la costruzione di linee alta velocità in Russia. In quest’ottica, FS Italiane sta analizzando con RZD come sviluppare sinergie industriali per il progetto AV Mosca – Kazan (770 km). Italcertifer ha inoltre sottoscritto un MoU con RZD Stroy (Gruppo RZD) per sviluppare le attività di certificazione nel Paese.

TURCHIA

Il Gruppo FS Italiane, che nel maggio 2017 ha firmato con TCDD (ferrovie turche) un MoU ad ampio spettro in vista di una decisa ripresa della collaborazione del Gruppo nello sviluppo infrastrutturale del Paese, ha fornito negli anni servizi di consulenza attraverso RFI, Trenitalia e Italferr. Quest’ultima è attualmente impegnata nello studio di fattibilità e progettazione preliminare e definitiva del collegamento ferroviario fra l’aeroporto di Esenboga e Ankara (circa 27 km). Valore economico oltre un milione di euro. Italferr ha inoltre concluso, nel dicembre 2016, la supervisione dei lavori del tunnel Eurasia (8,4 km), autostrada sotto il Bosforo progettata per collegare la sponda asiatica con quella europea della città, e terminata con otto mesi d’anticipo rispetto ai tempi previsti. Anche Italcertifer ha consolidato la propria presenza nel Paese, certificando numerose linee alta velocità e convenzionali.

MEDIO ORIENTE

Arabia Saudita. Italferr ha aperto una filiale a Riad e sta ultimando per la Saudi Railway Company (SAR) la progettazione del Saudi Landbridge (1.300 km), un collegamento tra le coste orientale e occidentale del Regno: Gedda – Jubail. Si tratta del più grande studio di progettazione eseguito nella Penisola arabica. Inoltre, Italferr e Italcertifer stanno effettuando, per il Consorzio Al Shoula, la certificazione di sicurezza dei sistemi tecnologici della nuova linea ferroviaria AV Mecca – Medina (Haramain High Speed Rail, circa 450 km). FS ha presentato offerta, in partnership con un consorzio di aziende tra cui Ansaldo STS, per la gestione della metro di Riad, composta da sei linee, per complessivi 176 km, e sta partecipando, con Centostazioni e Italferr, ad una gara per la gestione delle stazioni, impianti e immobili di SAR, la società ferroviaria saudita.

Emirati Arabi Uniti. Il Gruppo FS Italiane segue con attenzione il Paese, dove con Italferr dispone di una sede operativa e con Italcertifer ha certificato il sistema di gestione e controllo della linea Shan – Habshan – Ruways (270 km).

Iran. Nell’ambito di un contratto quadro stipulato con le Ferrovie iraniane, è prevista la realizzazione di due linee alta velocità (Qom – Arak e Teheran – Hamedan) da parte di FS Italiane, in qualità di General Contractor e leader di un consorzio di imprese italiane.

Il progetto di cooperazione prevede anche la creazione di un test center per il materiale rotabile (a cura di Italcertifer), lo svolgimento di programmi di formazione del personale iraniano e future attività di Operation & Maintenance per le linee alta velocità.

Italferr sta lavorando, in joint venture con la società d’ingegneria Iran Oston, alla verifica della progettazione e controllo per la realizzazione dei lavori (servizi di Project Management Consultancy) della nuova linea ferroviaria alta velocità Teheran – Qom – Esfahan (440 km a doppio binario elettrificato) che collegherà le principali città dell’Iran.

Italcertifer ha inoltre avviato le attività di certificazione della Metro di Mashhad (24 km).

Oman. Italferr dispone di una sede operativa attraverso la quale ha ultimato la progettazione preliminare della nuova rete ferroviaria dell’intero Stato, circa 2.244 km, e sta sviluppando il Concept Design per la nuova linea mineraria Amal – Duqm (212 km) e i necessari collegamenti ad altre linee miniere (Manji – Loadout e Ash – Shwaymiyyah), per ulteriori 110 km. Italcertifer ha acquisito la commessa per il supporto al Ministero dei Trasporti e delle Comunicazioni (MOTC) nell’istituzione dell’Autorità sulla sicurezza ferroviaria. A fine 2016, FS, in partnership con aziende locali, ha preso parte alla gara per il  Multifunctional Consultancy Services per la Oman Rail.

Qatar. Attraverso la sede operativa a Doha, Italferr sta lavorando, in qualità di sub-contractor (joint venture tra Impregilo, SK E&C e Galfar) per la progettazione della linea rossa Nord (lavori in sotterranea), inserita nella nuova metropolitana di Doha, ed è risultata aggiudicataria dell’incarico di Project Management Consultancy (PMC) per la Ludsail Tram.

AFRICA

NORD AFRICA/AREA MEDITERRANEA

Egitto. FS Italiane, dopo aver completato, a fine 2014, l’attività di advisor del Ministero dei Trasporti per l’attuazione del Piano di ristrutturazione delle Ferrovie, ha vinto la gara lanciata dalla Banca Mondiale per la consulenza sulla riforma del settore ferroviario.

Attraverso Italferr il Gruppo è presente con due commesse. La prima riguarda la direzione dei lavori per la modernizzazione dei sistemi di segnalamento sui Corridoi ferroviari Benha – Zagazig – El-Ismailia – Port Said e Zagazig – Abu – Kebir. La seconda commessa, in partnership con Rete Ferroviaria Italiana e Italcertifer, riguarda il progetto di migrazione al sistema di segnalamento ETCS livello 1 (bordo e terra) sul Corridoio ferroviari Alessandria – Cairo – Asyut.

Algeria. FS Italiane ha una presenza consolidata con Italferr, dove, dal 2008, sta portando avanti diverse attività fra le quali l’assistenza tecnica ad Anesrif, l’Ente del Ministero dei Trasporti algerino che realizza gli investimenti ferroviari e con il quale sta costituendo una società mista d’ingegneria. Nel 2014 Italferr ha anche acquisito l’incarico di redigere il Progetto costruttivo dell’autostrada 4 Rocade di Algeri-Lot 1 (lunghezza circa 34 km).

Marocco. Nel quadro della commessa “Progettazione, fornitura, posa in opera e messa in servizio dell’impianto di sicurezza e segnalamento tra Casablanca e Tangeri Méditerranée” per le Ferrovie del Marocco (ONCF), Italferr e Italcertifer sono di supporto alla società Bombardier per la verifica della progettazione degli impianti di segnalamento. Sono in corso i lavori di potenziamento tecnologico per attrezzare la linea con segnalamento ERTMS livello 1 (bordo e terra).

CORNO D’AFRICA

Etiopia. Il Gruppo FS Italiane è particolarmente attivo con Italferr, che ha istituito una filiale e acquisito diversi contratti con l’Ethiopian Railways Corporation (ERC): servizi di consulenza per il quadro normativo ferroviario, preparazione del master plan dei Trasporti del Paese, supporto tecnico ai dipartimenti aziendali ERC per la manutenzione e assistenza tecnica della nuova linea ferroviaria Adis Abeba – Djibouti (circa 750 km) utilizzata prevalentemente per il trasporto di derrate alimentari.

CENTRO AFRICA

Congo. Nel quadro del MoU di cooperazione tra FS Italiane e Chemin de fer Congo-Océan (CFCO) firmato nel 2015, Italferr e RFI hanno siglato con le Autorità congolesi contratti per la progettazione della riabilitazione l’ammodernamento e il potenziamento infrastrutturale e tecnologico della linea ferroviaria che collega il Porto di PointeNoire con Brazzaville, nonché per la fornitura di materiale diagnostico con relativa formazione. Nello stesso ambito sono stati firmati anche i contratti per gli interventi di potenziamento delle infrastrutture portuali e logistiche del porto di PointeNoire. Italferr, in raggruppamento con altre aziende italiane, sarà impegnata nella progettazione del prolungamento della linea ferroviaria all’interno del porto e della supervisione dei lavori. Italferr ha iniziato le sue attività in Congo con la revisione del master plan nazionale dei Trasporti e condotto uno studio di fattibilità per lo sviluppo del settore finanziato dal Ministero per lo Sviluppo economico.

Sudafrica. FS Italiane, in consorzio con partner locali, ha superato la fase di pre qualifica per una gara di progettazione, costruzione e gestione di un terminal intermodale a Johannesburg. Il progetto, denominato Tambo Spring, fa parte di un programma di sviluppo (Transnet Market Demand Strategy) finanziato dal Governo sudafricano.

ASIA

India. E’ stata avviata nel settembre 2017 la fase operativa della cooperazione sottoscritta fra FS Italiane e le Ferrovie Indiane (Indian Railways). L’inizio della collaborazione tecnico-specialistica è avvenuta a valle del MoU, firmato a New Delhi nel gennaio 2017, prevede lo sviluppo dei sistemi di sicurezza del traffico ferroviario, diagnostica dell’infrastruttura e formazione del personale indiano. Contemporaneamente Italferr ha sottoscritto un altro MoU con RITES (la società governativa di ingegneria, braccio operativo delle Indian Railways nella progettazione) e ha aperto un ufficio a New Delhi, dopo aver sviluppato in passato alcune attività (tra le quali la partecipazione allo studio di fattibilità del corridoio AV Pune – Mumbai – Ahmedabad). La società d’ingegneria italiana è infatti impegnata nella progettazione e supervisione dei lavori per la costruzione dell’Anji Khad Bridge, ponte lungo 750 metri, con una campata centrale di oltre 260 metri e sospeso tra Katra e Reasi su una gola di 200 metri. L’opera è tra le più impegnative dell’intera linea ferroviaria Udhampur – Srinagar – Baramulla che attraverserà la regione Nordoccidentale dell’India, lungo le pendici del Kashmir, fino ai confini con il Pakistan. Italferr sta inoltre contribuendo alla supervisione, al controllo e al project management di tutte le attività di progettazione, costruzione e fornitura per la realizzazione di due linee della Mumbai Metro Rail Project (MMRDA) ed è impegnata nel Quality and Safety Audit Consultancy Services nell’ambito di alcune sezioni del corridoio merci orientale DFCC (Dedicated Freight Corridor Corporation of India).

Italcertifer, che dopo essersi accreditata come Independent and Competent Safety and Functional Assessor (ISA and ICE) presso l’Indian Ministry of Railways, ha certificato i sistemi di gestione e controllo di alcune linee sub-urbane di Chennai e New Delhi. Italcertifer ha, inoltre, acquisito anche contratti per attività di ispezione e revisione del progetto della linea 1 della metro di Mumbai (Navi Mumbai).

Uzbekistan. Implementazione del progetto di elettrificazione della linea ferroviaria Angren – Pap (125 km, di cui 19 in galleria) nel cuore della parte più produttiva del Paese. E’ l’attività in corso di Italferr che nel 2016 ha siglato un contratto di assistenza tecnica con le Ferrovie uzbeke (JSC). L’accordo prevede anche l’approvvigionamento dei sistemi tecnologici per la linea e il controllo dell’installazione.

Vietnam. FS Italiane ha sottoscritto un MoU di cooperazione con le Ferrovie vietnamite per lo sviluppo congiunto di progetti ferroviari, incluse attività di assistenza tecnica e formazione ed ha acquisito un contratto di consulenza per uno studio finalizzato alla riorganizzazione delle ferrovie vietnamite (VNR).

Giappone. È attiva con la società East Japan Railways (EJR), una cooperazione reciproca di natura tecnica nel campo dei servizi e della tecnologia ferroviaria, anche attraverso lo scambio reciproco di personale per lo sviluppo e il progresso delle ferrovie.

SUD AMERICA

Brasile. Il Gruppo FS Italiane, attraverso Italferr, tra il 2015 e il 2016, ha prestato assistenza tecnica alle società Cargill e Amaggi interessate al ruolo di Operadores Ferroviarios Independentes sul Corridoio Sinop – Miritituba, e ha completato il progetto Preliminary study of the Aҫailandia-Barcarena railiway line, nel quale fornisce assistenza tecnica alla Triunfo Partecipacoes e Investimentos (concessionario) per la progettazione di una linea ferroviaria lunga 560 chilometri.

FS Italiane è interessata anche al progetto di realizzazione della linea AV Rio – San Paolo – Campinas. Recentemente FS Italiane è entrata in contatto con società private che si candidano alla realizzazione e gestione in concessione di due linee ferroviarie merci per il trasporto di granaglie e di minerali verso i porti amazzonici, rispettivamente i progetti Ferrograo e Fepasa.

Argentina. A valle dei MoU siglati con Ferrocariles Argentinos Sociedad del Estado (FASE), capogruppo delle Ferrovie argentine (2016), e con il Ministerio de Transporte MOT (2017), FS Italiane sta ultimando la negoziazione per l’assistenza tecnica al Ministero dei Trasporti per lo sviluppo dei programmi ferroviari argentini. Italferr sta effettuando la progettazione per la completa riabilitazione della linea urbana Sarmiento, caratterizzata da 36 km di lunghezza, con l’interramento di 18 km a Buenos Aires e nove nuove stazioni).

Cile. Italcertifer ha acquisito un contratto per la certificazione di veicoli diagnostici.

Perù. Italferr si è recentemente aggiudicata la gara per il progetto del Tunnel Transandino, in associazione d’impresa con altre società di ingegneria internazionali. Il Tunnel, formato da una serie di gallerie, ha una lunghezza complessiva di oltre 45 chilometri. Il progetto affidato a Italferr riguarda lo studio trasportistico, le analisi economico/finanziarie, le soluzioni tecnologiche da adottare e le componenti architettoniche del Tunnel Transandino. La società d’ingegneria del Gruppo FS Italiane è già in Perù dal 2015 con l’incarico di garantire il coordinamento e l’integrazione dell’ingegneria, dalla fase di progettazione a quella realizzativa e messa in servizio dell’opera di due linee della metropolitana di Lima.

NORD AMERICA

Il Gruppo FS Italiane è interessata al mercato Nord americano dove, soprattutto in Canada e negli USA, ha avviato contatti con società e istituzioni dedite allo sviluppo del settore ferroviario. In questo contesto, FS Italiane sta partecipando alla gara indetta dalla California Rail Authority per attività di consulenza in vista della prossima realizzazione del sistema AV tra Los Angeles e San Francisco. A pochi giorni dalla conclusione della gara, prevista per ottobre 2017, restano quattro società in gara: la cordata italiana guidata da FS Italiane (Trenitalia, Rete Ferroviaria Italiane, Italferr e Centostazioni), in partnership con il gruppo inglese First, attivo negli Usa, e McKinsey; il gruppo cinese China Hsr Consortium; i tedeschi di Deutsche Bahn International; gli spagnoli di Renfe.

AUSTRALIA

Italcertifer ha certificato i sistemi di gestione, controllo e segnalamento di importanti linee merci minerarie (sistemi driverless per 1.300 km di Rio Tinto e sistema satellitare per 350 km di Roy Hill) e ha sottoscritto un MoU con l’Australasian Center for Rail Innovation per contribuire all’upgrading del sistema ferroviario australiano. Italferr, che ha partecipato allo studio di pre-fattibilità della linea AV Brisbane – Sydney – Melbourne, segue con attenzione l’evolversi dei progetti ferroviari nelle aree metropolitane e ha siglato un MoU con AUSENCO, primaria società italiana di ingegneria: l’accordo è finalizzato allo sviluppo congiunto di progetti infrastrutturali nel mercato australiano e oltre.