Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Anas: le strade più trafficate nel 2016

Il 2016 si è rivelato un anno di crescita per il traffico sulla rete stradale e autostradale di oltre 26 mila km gestita da Anas a paragone con il 2015.

Le prime 10 infrastrutture per valore dell’IMR (Indice di Mobilità Rilevata) “per strada” relativo a tutti i veicoli sono risultate: la A90 “Grande Raccordo Anulare”, la A91 “Roma Fiumicino”, la A19dir “Diramazione per via Giafar”, RA15 “Tangenziale Ovest di Catania”, la SS121 “Catanese” (considerata per due sole postazioni di inizio Itinerario una a Palermo ed una a Catania), l’RA10 “Raccordo Torino Caselle”, la SS714 “Tangenziale di Pescara”, la SS9var “Tangenziale Nord Ovest di Parma”, la SS36 “del Lago di Como e dello Spluga”, la SS554 “Cagliaritana”.

La stessa classifica stilata con riferimento al segmento dei veicoli pesanti evidenzia il seguente ordine: A90 “Grande Raccordo Annuale”, RA13 “Raccordo Autostradale A/4 Trieste”, la SS434 “Transpolesana”, RA15 “Tangenziale Ovest di Catania”, RA14 “Raccordo Autostradale A/4 Trieste Diramazione per Fernetti”, SS121 “Catanese” (considerata per due sole postazioni di inizio Itinerario una a Palermo ed una a Catania), SS53 “Postumia”, RA02 “Raccordo Autostradale Salerno Avellino”, SS3bis “Tiberina”, SS9var “Tangenziale Nord Ovest di Parma”.

La variazione del valore medio annuo dell’IMR tra il 2016 ed il 2015, generalmente in aumento, evidenzia sui veicoli totali valori maggiori sulle sezioni con valori medi dell’IMR. Si evidenziano tra gli itinerari con i maggiori incrementi di IMR la SS131 e la SS131 dir-centr in Sardegna, la SS434 Transpolesana e la SS3bis. In generale aumento il valore dell’IMR sulle postazioni della SS16 adriatica con variazioni di maggiore entità in corrispondenza di Chieti, Foggia e Bari.

Nel segmento dei veicoli pesanti le variazioni più significative si riscontrano in Sicilia dove, oltre all’incremento generale del traffico 2016 rispetto il 2015, è stata determinante la riapertura della carreggiata in direzione Palermo dell’Autostrada A19 “Palermo-Catania”. È evidente, anche se limitatamente alla rete dei sensori scelta a base dell’Osservatorio del Traffico, come a fronte degli aumenti significativi lungo la A19 (con un aumento dell’IMR per strada di circa il 40%) vi si contrapponga una diminuzione del traffico lungo l’itinerario della SS115 (con variazione dell’IMR per strada di oltre il -10%).