Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Contributi alle imprese, per la Sabatini Ter già prenotato il 66% del plafond

Disponibilità residua di 1,87 miliardi di euro. Lo sportello per le domande è aperto dal 2 maggio

Lo sportello telematico della cosiddetta Sabatini Ter, per chiedere contributi all’acquisto di beni strumentali nuovi per le Pmi (macchinari, impianti o attrezzature), è stato aperto il 2 maggio. Ma intanto il ministero dello Sviluppo Economico ha fatto sapere che il plafond è già stato prenotato al 66%, e resta dunque una disponibilità residua di circa un terzo delle risorse messe a disposizione.

Una nota di Cdp precisa più esattamente l’attuale allocazione dell’intero plafond di 5 miliardi di euro. Finora, dice Cdp nel report, sono stati erogati poco più di 2,6 miliardi di euro (esattamente 2.606.472.977,21 euro), cui si aggiunge una quota di oltre mezzo miliardo di importi prenotati (esattamente 522.508.163,69 euro), mentre la disponibilità residua è pari a oltre 1,8 miliardi, (1.871.018.859,10 euro). L’opportunità è regolata da una convenzione Abi-Mise-Cdp, aggiornata nel marzo scorso con un “addendum”.

Le richieste di finanziamenti e contributi vanno presentate alle banche e agli intermediari finanziari aderenti all’Addendum sottoscritto dopo la convenzione Mise-Abi-Cdp. «L’eventuale chiusura dello sportello – informa il ministero – verrà comunicata con apposito decreto ministeriale a seguito dell’esaurimento delle risorse finanziarie disponibili».

Le ultime indicazioni operative – con le istruzioni per le domande e i moduli da utilizzare – sono state pubblicate il 23 marzo con una circolare del Mise (n.26673).