Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Addio auto blu, Roma una volta tanto dà il buon esempio tagliando 500mila euro di spesa l’anno

Roma, capitale d’Italia dà finalmente un buon esempio al resto del Paese dopo aver collezionato una lista di scandali per i quali molti suoi amministratori dovrebbero nascondersi per la vergogna? Sembrerebbe di sì.

La capitale ha infatti deciso di dare l’addio alle auto blu in Campidoglio. Consiglieri comunali e presidente dell’aula da oggi si muoveranno senza macchina di servizio con un risparmio stimato per le casse capitoline di oltre mezzo milione di euro l’anno.

E nei prossimi 5 anni il taglio alle spese dovrebbe raggiungere la cifra di tre milioni di euro risparmiati. “L’ufficio di presidenza ha ratificato il taglio delle cinque auto blu dell’ufficio stesso e delle otto dei capigruppo, oltre all’eliminazione dei permessi Ztl con facoltà di parcheggio per i 48 consiglieri, che avranno a disposizione la tessera Atac per il trasporto pubblico”, ha spiegato il presidente dell’Aula Marcello De Vito.

“Considerando che ogni auto costa al Comune circa 40mila euro all’anno, il risparmio stimato per le 13 vetture è di oltre 500mila euro annui. Per i permessi ztl, dal costo di 2mila euro l’uno, il risparmio è di quasi 100mila euro all’anno”.