Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Terzo Valico, riprendono i lavori a Cravasco dopo l’allarme amianto

Riprendono i lavori del Terzo Valico nella galleria Cravasco. Scattano 15 cicli sperimentali (uno scavo di 1,20 metri al giorno) per verificare gli accorgimenti presi da Cociv per evitare la dispersione di fibre di amianto.

Due i principali: la ventilazione in galleria è in espirazione, quindi l'aria verrà spinta fuori attraverso un tubo e passerà all'interno di filtri. Secondo. Sono stati realizzati dei portali di acqua nebulizzata che impedisce alle fibre di amianto di passare tra le tre zone, quella vicino al fronte e quindi contaminata, e quella intermedia. In pratica due porte stagne dove viene immessa acqua micronizzata. Soluzione che, secondo gli addetti ai lavori, non è mai stata realizzata in tutto il mondo.

Anche i camion verranno sottoposti a procedure severissime. All'uscita passeranno sotto questa nebbia di acqua per decontaminarsi : il materiale quando sarà sul piazzale verrà indirizzato in una struttura di depressione e impacchettato in "big bag" come un rifiuto speciale che verrà conferito in discariche autorizzate. Questa nuova fase operativa è stata proposta e decisa dopo un lungo tavolo tecnico tra Asl, Arpal e Cociv.